Rapina l’ufficio postale e poi tenta un colpo in farmacia, ma il titolare lo mette in fuga

0

E’ la terza volta che il titolare della Farmacia Don Bosco, in via Zara viene rapinato. Negli scorsi 6 anni i primi due tentativi sventati dallo stesso proprietario che si è difeso con sgabelli e mani. Non l’ha lasciata passare nemmeno questa volta il Dott. Vincini  e non  si è fatto intimorire neppure alla vista del coltello. Il rapinatore è entrato verso le 11: un italiano, con giubbotto e berretta, occhiali scuri e non enorme di stazza. "Ha subito afferrato la mia collega che in quel momento dava le spalle all’ingresso", racconta al Giornale di Brescia "per poi puntare alla cassa". Un terzo collega, in magazzino è riuscito a dare l’allarme al 113, e il farmacista ha estratto la spranga che teneva da parte e ha affrontato il bandito. Respinto, è uscito dal negozio. Tentando di rientrare e colpito ancora una volta è fuggito. L’uomo poi però è stato identificato e si è scoperto che aveva rapinato anche un ufficio postale in Viale Piave: minacciando con un coltello l’addtto alle poste si era fatto dare 1500 euro. Fulmineo l’intervento della Volante Carmine che ha consentito di rintracciarlo nei pressi di via Quaranta: non è infatti passato inosservato agli agenti l’atteggiamento sospetto dell’uomo che oltre ad essere in procinto di salire su un’ auto in sosta, teneva la mano sinistra nascosta. La perquisizione immediatamente effettuata ha dato esito positivo, in quanto sulla persona, oltre ad un coltello lungo da cucina, si rinveniva ingente quantità di banconote di vario taglio per un ammontare di circa 100 euro. Sono stati gli accertamenti che hanno portato al riconoscimento fotografico dell’uomo da parte del titolare della farmacia in via Zara.

Comments

comments

LEAVE A REPLY