Milano attacca Maroni per il contributo alla metro di Brescia. Rolfi: “Pd in stato confusionale”

0

"L’attacco di Maran alla Città è del tutto fuori luogo e soprattutto senza senso. Nel Pd hanno  problemi di comunicazione.   Parlano una lingua diversa nonostante i soli 130 km che separano Brescia a Milano" . Lo dichiara FabioRolfi segretario provinciale della Lega Nord  di Brescia. " Le loro lungimiranti politiche amministrative a Brescia, hanno regalato l’ ASM a Milano con un danno inenarrabile; hanno umiliato professionalmente il management  bresciano (ex ASM)  per mere ragioni  di partito come la nomina di presidenza AMSA. Ora,  vogliono affossare la metro, progetto partito solo grazie alla modifiche introdotte dalla nostra Amministrazione – spiega Rolfi – con importanti migliorie strutturali e soprattutto garantendo il prezzo del biglietto a un 1.20 euro rispetto all’euro e 90 previsto da Corsini".

 

"L’aggressiva e sconclusionata uscita di Maran e del Pd milanese, e’ la conferma, se servisse, di quanto il Pd non affronti in modo responsabile i temi della città. Grazie alla Lega  e al presidente Maroni,Brescia potrà beneficiare di un contributo aggiuntivo di 10 milioni. Del Bono dica alla Città – conclude Rolfi – se pensa che il contributo per l’opera sia inutile e che i bresciani non concorrono sufficientemente a livello contributivo al benessere e al funzionamento della Lombardia per meritarsi lo sviluppo dell’opera".  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Rolfi deve avere qualche problema con la matematica. I chilometri che separano Brescia a Milano sono 83 in treno e 100 in autostrada. I 130, che lui cita, da dove vengono?

LEAVE A REPLY