Sorpresi a rubare da un cittadino, arrestati dagli agenti due 20enni rumeni

0

Come sempre si è dimostrata preziosa la collaborazione di un cittadino che, nel pomeriggio di ieri, ha consentito di trarre in arresto due cittadini rumeni responsabili di furto all’interno del centro commerciale Oviesse in via Tadini. E’ accaduto alle 14 circa. L’uomo, che stava facendo acquisti, ha notato i due stranieri che, aggirandosi tra gli scaffali del negozio con due borsoni a tracolla (risultati poi essere schermati), vi mettevano all’interno numerosi capi di abbigliamento guadagnando poi l’uscita senza pagare nulla. Seguiti all’esterno l’uomo ha chiamato il 113 e agli agenti giunti sul posto nel giro di pochi minuti ha dato la loro descrizione. I due stranieri intanto, svuotati i borsoni nel bagagliaio dell’auto, erano rientrati nel negozio. E lì sono stati fermati dai poliziotti che hanno proceduto al loro controllo e alla perquisizione dell’auto. E’ stata così rinvenuta merce, tutti capi di abbigliamento, ancora intatta e con il dispositivo antitaccheggio integro, per un valore pari a 940,00 euro. Riconsegnata la refurtiva, la titolare del negozio ha sporto denuncia. All’interno dell’auto gli agenti hanno inoltre rinvenuto le chiavi di un appartamento nei pressi degli Spedali Civili che hanno quindi perquisito. Nell’abitazione, che dava l’impressione di essere solo un punto di appoggio provvisorio, è stata rivenuta ancora merce, tutta integra, per alcune migliaia di euro. Nello specifico 305 capi di abbigliamento, tra magliette e pantaloni, 24 paia di scarpe, 205 dispositivi antitaccheggio danneggiati, 194 etichette con codice a barre, 7 confezioni di profumo, 1 confezione contenente un dispositivo digitale terrestre , 5 scatole con all’interno 8 toner, 1 pc portatile ancora confezionato e 1.300 euro in contanti e suddivisi in banconote da piccolo taglio. Da quanto emerso dalle dichiarazioni dei due, la merce sarebbe stata destinata al mercato rumeno ma in merito a ciò sono in corso tuttora accertamenti. I due stranieri, entrambi del 1993 e con precedenti per reati contro il patrimonio, sono pertanto stati arrestati per furto aggravato in concorso.

Comments

comments

LEAVE A REPLY