Torna “Ecococktail”, aperitivo con gli architettti di Brescia per parlare di sostenibilità urbana

0

Secondo appuntamento Mercoledì 29 Maggio 2013, ad AmbienteParco (Largo Torrelunga, 7), con gli “ECOCOCKTAIL” promossi dalla Commissione Energia & Sostenibilità dell’Ordine degli Architetti della provincia di Brescia. Un’occasione per gustare un aperitivo in compagnia, e creare nel contempo un’occasione di dialogo sui grandi temi della sostenibilità con i professionisti dell’architettura. L’incontro di Mercoledì 29 Maggio, curato da Marco Roveggio, avrà come relatore l’arch. Edoardo Bit, che interverrà sul tema “Sistemi di integrazione fra pareti edilizie e vegetazione naturale: il verde verticale”. Edoardo Bit, socio e consigliere di AIVEP (Associazione Italiana Verde Pensile), si occupa a livello scientifico di sistemi d’integrazione fra vegetazione naturale e involucro edilizio, con particolare riferimento alle relazioni tecnologiche e progettuali di tali tecniche alla scala sia urbana che del singolo edificio.  Su questi temi è autore di paper a congressi nazionali e internazionali, ed articoli e saggi su riviste e pubblicazioni. Nel 2012 ha pubblicato il libro “Il Nuovo Verde Verticale – Tecnologie, progetti, linee guida” (editore Wolters Kluwer Italia). L’iniziativa degli Ecococktail, giunta alla 2ª edizione, ha lo scopo di attivare un confronto e stimolare l’attenzione sia dei professionisti sia dei non addetti ai lavori verso il rapporto tra energia, pianificazione territoriale e architettura. Dibattiti e presentazioni  di esperienze ed opere si concluderanno, per chi lo desidera, con un fresco aperitivo a cura di “Mondo Liquido”. Gli ECOCOCKTAIL proseguiranno a cadenza settimanale nelle date del 5, 12 e 19 Giugno, sempre di Mercoledì  ad AmbienteParco, dalle 18.30 alle 20.30 circa. La partecipazione agli incontri è libera (mentre la consumazione è a pagamento). Per altre informazioni contattare l’Ordine degli Architetti (via Grazie, 6): tel. 030-3751883; fax 030-3751874; e-mail: infobrescia@archiworld.it.

Comments

comments

LEAVE A REPLY