Libertà@Progresso, Piovanelli torna alla guida

0

Il 4 giugno si è svolta l’Assemblea generale dei Soci dell’associazione culturale Libertà@Progresso. Il presidente uscente Enzo Bertelli ha relazionato sull’attività svolta ed i risultati conseguiti nel corso dell’ultimo anno, risultati positivi in termini di attività e consenso del sodalizio. Ha inoltre sviluppato un’analisi sui temi d’attualità con riguardo al contesto nazionale ed in particolare alla vita della città e della provincia di Brescia. Sono state anche definite le linee d’indirizzo in riferimento ai programmi futuri ed ai progetti da realizzare. L’assemblea prevedeva anche il rinnovo delle cariche sociali. Nuovo Presidente è stato eletto, all’unanimità, Angelo Piovanelli, socio fondatore e già presidente dalla costituzione di Libertà @ Progresso (settembre 2000) fino al 2009.

Il rinnovo del Comitato Direttivo composto da 10 membri, a seguito di scrutinio segreto, ha visto eletti i seguenti componenti: Angelo Piovanelli, Enzo Bertelli, Lidia Lombardi, Anna Villanova, Marisa Ragnoli, Silvana Dalò, Stefano Visconi, Rinaldo Rigattieri, Paolo Vettori, Vanni Scacco. Il Collegio dei Probiviri risulta composto da: Annalisa Bianchetti, Claudia Piccinelli, Emy Sacca, Maria Cò, Luisa Simoncelli. Il Presidente uscente, Enzo Bertelli, è stato nominato Socio Onorario dell’Associazione.

Nel documento conclusivo l’Assemblea ha inoltre ribadito la propria autonomia e indipendenza dai partiti e la propria identità culturale e di movimento d’opinione. Sul voto di domenica e lunedì è stato scritto: “Con riferimento al momento elettorale che vede la città di Brescia dover decidere, con il ballottaggio, il prossimo sindaco, l’assemblea dei Soci auspica che i cittadini non rinuncino a recarsi alle urne e li invita ad assumersi la responsabilità della scelta di chi dovrà governare per i prossimi cinque anni. Ritiene necessario proporre un manifesto valoriale dei SI e non dei No, che parta dalla centralità della persona umana, per ridare nuova speranza alla politica attraverso un diverso agire e una valorizzazione delle risorse sane della città. Considera utile sostenere chi è portatore di una cultura di governo basata sulla partecipazione dei tanti soggetti sociali con azioni proattive e non di una innocua cultura di opposizione dimostrativa. Nella continuità dell’operato di questi anni indica la scelta del rinnovamento e del cambiamento per iniziare a progettare un futuro più credibile”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY