Capra (Pd): pronti al dialogo, ma le minacce di Labolani non ci preoccupano

21

“Labolani pensi alle cause della sconfitta, le sue minacce non ci preoccupano”. Risponde con toni altrettanto forti il consigliere Fabio Capra al “monito” lanciato ieri – tramite Bsnews.it – dall’ex assessore ai Lavori pubblici (“Del Bono non esageri o faremo opposizione dura a suon di esposti”). “L’esponente di Fratelli d’Italia”, attacca Capra, “dovrebbe stare un po’ tranquillo e riflettere sul suo risultato elettorale. I ricorsi e le proteste si fanno quando arrivano gli atti, non leggendo i giornali. Immagino che Labolani sia arrabbiato per il risultato, lo comprendo, ma deve farsene una ragione. Ora che ha più tempo vorrei che si rileggesse tutti gli emendamenti al bilancio che il Pd ha presentato dal 2008, avvertendo puntualmente la maggioranza sugli errori che venivano commessi. I suoi amici che siedono nei banchi di minoranza in Aula, poi, facciano pure la metà dell’opposizione nostra: basterebbe per tenerci svegli. Comunque”, conclude Capra, “l’ex maggioranza dovrebbe ringraziarci: sulla questione carte di credito, ad esempio, avremmo potuto comportarci in ben altra maniera”.

Ma l’esponente del Pd non chiude le porte al dialogo con l’opposizione, e si dichiara d’accordo con quanto dichiarato da Aldo Rebecchi a Bsnews.it. “La città ha tutto l’interesse che maggioranza e opposizione di confrontino e non si lascino andare a sterili vendette”, spiega, “sicuramente Emilio si comporterà in maniera avveduta e saprà far tesoro degli errori a cui ha assistito in questi anni. Ben venga un confronto aperto su tutto, anche sulla presidenza del Consiglio comunale. L’abbiamo detto anche cinque anni fa e ci hanno riso in faccia: oggi si tratta di capire se la scelta è la conseguenza di un confronto vero o una mera concessione. In qualsiasi caso”, conclude l’ex assessore, “ogni richiesta che riceveremo avrà una risposta e non una porta in faccia: chi mi conosce lo sa”, chiosa, “non ho problemi a sedermi al tavolo nemmeno con il diavolo”.

Comments

comments

21 COMMENTS

  1. Destra all’opposizione e sinistra che governa possono dialogare e confrontarsi nell’interesse della città ? Ovviamente. Cosa ci sta a fare se no la Castelletti Vicesindaco, quella che già Paroli nel 2008 voleva subito nella sua Giunta ? E’ un po’la nostra Enrico Letta, utlizziamo questo valore aggiunto.

  2. Facile l’ironia su Labolani, ma nel merito proprio non vi sapete esprimere…. Come si rapporterà con la minoranza questo Pd dopo aver attaccato tutto e tutti per cinque anni?

  3. Condivido l’opinione di Ginaccio. E’ ora di finirla di attaccare Labolani in questo modo. Non voglio il Bigio e mai lo vorrò, mi sono incazzato per Matisse e considero il parcheggio sotto il castello inutile e costoso, ma adesso la correttezza vuole che la si smetta di sbeffeggiare chi ha perso le elezioni e gli si conceda l’onore delle armi. Fatela finita! Non hanno forse diritto di fare opposizione? Chi stabilisce chi può farla e chi no???? Siamo democratici a targhe alterne?

  4. Chi stabilisce chi può fare l’opposizione? Semplice: le elezioni. Labolani ha preso poco più di 200 voti e non è entrato in Consiglio Comunale. Dirà quello che vuole, da privato cittadino. Fuori dalla Loggia. Non mi sembra ci sia molto altro da chiarire.

  5. sulla vicenda carte di credito avete perso credibilità; intendo voi dell’ex opposisizione. mi è sembrata un’operazione stalinista. I compagnucci della parrocchietta non hanno mai avuto l’intelligenza tattica dei veri compagni, quelli seri e tosti. Capra: perchè non si gode la pensione. possiamo fare a meno di lei e dei suoi sermoni.

  6. Ma che discorsi, non si sta facendo politica, si sta parlando di Labolani! È molto simpatico, ma ha dimostrato che non è un politico… Quindi non è un discorso di destra sinistra… Spero vivamente che le due fazioni riescano a trovare l’equilibrio giusto per poter collaborare per il bene della città. Siamo con le pezze al culo e tutti devono remare dalla stessa parte. W il cubo bianco di Labolani!

  7. Voglio vederti capra adesso a far andare il baraccone niente intese tu in cinque anni hai saputo solo blaterare e criticare hai voluto la cariola adesso con la tua arroganza spingila. Dicono che i comunisti siano bravi mah????????

  8. Mi fa paura il silenzio di Bragaglio, non ha ancora scritto una letterina. Non è che sarà a pesare con il bilancino il posto degli assessorati ???

  9. Bragaglio ? Non si è candidato come consigliere, ma già fu assessore senza essere eletto, violando pr la prima volta uno dei dogmi corsiniani che escludeva dall’Esecutivo i non eletti. Guarderei tra gli assessorati che Del Bono manterrà ad interim: lì ci potrebbe essere la sorpresa. Bragaglio come Bergoglio…

LEAVE A REPLY