La sua storia comincia dalle tue parole, il video “bresciano” presto in tv

0
Bsnews whatsapp

C’è molta Brescia nella campagna “La sua storia comincia dalle tue parole” che ha di recente ricevuto l’approvazione di Pubblicità Progresso Fondazione per la Comunicazione Sociale e che andrà in onda a settembre sulle televisioni nazionali. La campagna, che promuove la lettura in famiglia con i bambini dai primi mesi di vita, è stata realizzata nell’ambito di un progetto regionale per il quale il Sistema bibliotecario Sud Ovest Bresciano (con sede a Chiari) ha svolto la funzione di ente capofila. Ma anche la Provincia di Brescia ha fatto parte della vasta aggregazione di sistemi e provincie (25 enti complessivamente) che ha aderito al progetto.

Il progetto da cui nasce la campagna si intitola Comunicare Nati per leggere e l’offerta delle biblioteche ai bambini e alle loro famiglie. Il suo obbiettivo era realizzare materiali utili appunto a Nati per leggere, una consolidata alleanza tra bibliotecari, pediatri, educatori e volontari per spingere i genitori a leggere ad alta voce in famiglia fin dai primi mesi di vita delle bambine e dei bambini, diffondendo il messaggio che il libro e la lettura possono rappresentare un formidabile stimolo alla crescita, se intesa come un’esperienza condivisa e piacevole. Gli studi psicopedagogici degli ultimi trent’anni mostrano, inoltre, quanto sia importante la stimolazione cognitiva e linguistica nei primi anni di vita dei bambini, durante il periodo cioè di massimo sviluppo neuronale.

Il Centro Sperimentale di Cinematografia ha realizzato il video promuovendo la partecipazione degli allievi delle cinque sedi della Scuola (Roma, Torino, Milano, Palermo e L’Aquila) attraverso la pubblicazione di un Bando di Concorso. Gli allievi sono stati sollecitati ad elaborare un soggetto che avesse come tema un’esperienza di lettura tra una mamma o un papà con il figlio, nei primi tre anni di vita del bambino. Il soggetto vincitore è stato scritto da Giorgia Missiaggia e Marco Armando Piccinini, giovani allievi del Corso di Cinematografia d’Impresa ai quali è stato messo a disposizione (nell’ambito del finanziamento regionale) un budget per realizzare il video sotto la supervisione dei docenti della Scuola. Il video è stato prodotto senza alcuno scopo di lucro.

Per visualizzare il video l’indirizzo è: http://vimeo.com/58543395

Nota della Presidente della Consulta dei Sindaci del Sistema Sud Ovest Bresciano
D.ssa Camilla Gritti (Sindaco di Castelcovati e Consigliera Provinciale)

Mi sembra di particolare interesse mettere in luce quale ampia aggregazione di Sistemi bibliotecari, Comuni e Province si sia mobilitata intorno al progetto Comunicare Nati per Leggere, per il quale  il Sistema Sud Ovest ha avuto l’onòre di svolgere la funzione di capofila. Alla prima fase del progetto hanno partecipato 3 province e due sistemi (Province di Brescia, Lodi, Monza e Brianza e i Sistemi bibliotecari Valle Trompia e Sud Ovest Bresciano), ma alla seconda fase, avviata nel gennaio di quest’anno, si sono aggregate altre 6 province e 14 sistemi, fra cui quello urbano del Comune di Milano stesso, per un totale di 25 soggetti lombardi partecipanti. Nella situazione attuale di grande difficoltà per le finanze degli enti locali, la cooperazione fra enti appare sempre più chiaramente come l’unico strumento credibile per affrontare la crescita della domanda di servizi di pubblica lettura da parte dei cittadini, salvaguardando al tempo stesso le esigenze di risparmio e di razionalizzazione delle spese.

Il Sud Ovest Bresciano riconosce tra l’altro da molto tempo il valore della campagna Nati per leggere e nell’ultima Rassegna della Microeditoria ha organizzato una conversazione sui temi della lettura precoce alla presenza del Primario di Pediatria dell’Ospedale di Chiari, dott. Michele Spandrio. Molte biblioteche del Sistema, inoltre, sono impegnate a diffondere la campagna con incontri rivolti alle famiglie, attraverso gruppi di lettori e di lettrici volontarie, con la collaborazione attiva di tutte le agenzie educative del territorio. A questo proposito ci piace usare un proverbio africano secondo il quale “ci vuole un intero villaggio per crescere un bambino”.

Nota del Direttore del Sistema Sud Ovest Bresciano
Dott. Fabio Bazzoli

La campagna Nati per leggere ha un ruolo di primo piano nella promozione della lettura e nella stessa promozione delle biblioteche, poiché collega appunto la lettura al tema della salute delle prossime generazioni e iscrive la biblioteca nell’ambito delle strutture e dei servizi essenziali di cui una comunità deve disporre per prendersi cura nel modo più completo e lungimirante del proprio futuro. Per questo, da quando questa straordinaria alleanza fra bibliotecari, pediatri, operatori della salute educatori, genitori si è prospettata agli occhi della vivace e reattiva realtà bibliotecaria bresciana, una delle più attive della Lombardia e quindi d’Italia, l’adesione è stata immediata e convinta.
 
In tutta Italia in questo momento, basandosi sulla più recente rilevazione effettuata sulla multiforme varietà dei progetti locali, nel 2008, sono coinvolti oltre 7.400 operatori tra bibliotecari, pediatri, educatori, operatori socio-sanitari e volontari. Il bacino demografico interessato dai progetti locali nel 2008 risultava più che raddoppiato rispetto alla precedente rilevazione del 2003, e riguarda il 33% della popolazione complessiva italiana (19.410.752 abitanti sui  59.138.292 totali). I bambini di età compresa tra 0 e 5 anni entrati in contatto con i progetti locali fino al 2008 sono stati 258.698, pari al 24% della popolazione destinataria. Si possono stimare attivi in questo momento un migliaio di progetti locali Nati per leggere su tutto il territorio nazionale.

Il Sistema bibliotecario Sud Ovest Bresciano è una struttura creata da un accordo fra 24 comuni dell’area sud ovest della provincia di Brescia per condividere alcuni servizi utilizzati dalle biblioteche (catalogazione centralizzata, prestito interbibliotecario, aggiornamento professionale ecc.). Ha un organo di indirizzo politico costituito dalla Consulta dei Sindaci, formata dai Sindaci dei comuni aderenti o dai loro delegati e attualmente presieduto dal sindaco del Comune di Castelcovati, la dott.ssa Camilla Gritti. Il comune capofila del Sistema è Chiari, dove si trovano anche gli uffici del Centro operativo che fornisce i servizi alle biblioteche. Attualmente il Sistema, che comprende alcune fra le realtà bibliotecarie meglio attrezzate della provincia di Brescia, può contare su dati di funzionamento particolarmente buoni:
bacino d’utenza di 200.000 abitanti;
patrimonio complessivo distribuito su 24 biblioteche di 595.744 documenti;
420.237 ingressi nelle biblioteche (dato ottenuto proiettando i risultati di una rilevazione effettuata su 3 settimane campione lungo l’anno)
326.437 prestiti a domicilio annui (tra libri, cd e dvd), che arrivano a 360.307 considerando anche i prestiti interbibliotecari.

Al patrimonio delle biblioteche si aggiunge di fatto quello di tutte le biblioteche della provincia bresciana e cremonese, grazie alla vasta opera di coordinamento nella Rete Bibliotecaria Bresciana e Cremonese guidata dalla Provincia di Brescia, esperienza unica in Italia per vastità e probabilmente anche per efficienza. Attraverso la Rete Bibliotecaria Bresciana e Cremonese, che collega fra loro oltre 200 biblioteche, per un totale di oltre 700.000 titoli corrispondenti a quasi tre milioni di volumi (2.866.997), i cittadini possono interagire direttamente da casa effettuando prenotazioni, richieste di prestito e verificando la propria situazione dei prestiti. Appaiono molto significativi in questo contesto gli oltre 73.924 prestiti interbibliotecari forniti dalle Biblioteche del Sistema ai cittadini del proprio e degli altri sistemi.

Fra gli altri servizi che il Sistema bibliotecario fornisce vi sono la catalogazione di tutti i libri e il materiale multimediale (dvd, cd musicali, cd rom) acquistato dalle biblioteche, la formazione professionale dei bibliotecari del Sistema, il coordinamento dei servizi delle biblioteche, la promozione de libro e della lettura e la consulenza biblioteconomica e bibliografica ad ognuna delle biblioteche associate.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI