Tar sulla movida, Confesercenti: il Carmine non deve spegnersi

8
Bsnews whatsapp

Alla luce della recenti notizie in merito alla sentenza del TAR sulla “Movida del Carmine”, Confesercenti è intervenuta per precisare che il citato atto ha sancito che il Comune di Brescia adotti specifici provvedimenti in materia, previo contraddittorio tra gestori dei locali e la parte ricorrente. Nulla più”.

DI SEGUITO IL COMMENTO DI CENFERSERCENTI

È opportuno ricordare come i locali in questione abbiano avuto un ruolo importante nel processo di recupero e valorizzazione del Carmine, peraltro rendendosi fin da subito disponibili ad attivare tutti quegli interventi che potessero in qualche modo migliorare la convivenza tra residenti e avventori. Di certo, la soluzione non può essere ritornare ad avere un quartiere spento la sera in cui l’eco dei passi dei pochi frequentatori possa rappresentare l’unico rumore presente. Un centro storico vivo e capace di attrarre frequentatori è fondamentale per il rilancio della città di Brescia. Questo non vuol dire ignorare le esigenze dei residenti, quanto piuttosto trovare idonee forme di convivenza, come più volte manifestato dai gestori stessi. Appare poi singolare che tutte le attenzioni si concentrino su una piccola parte della città di Brescia, e verso imprenditori che regolarmente esercitano la propria attività, nel rispetto di tutte le normative vigenti, quando nel contempo in tutta la provincia, e quotidianamente, assistiamo a fiere e sagre che, sovente in barba ad ogni normativa (igienico sanitaria, fiscale, di sicurezza nei luoghi di lavoro, per non parlare dei rispetto dei contratti di lavoro, etc.) si svolgono attività ben più invasive verso residenti e senza soluzione di continuità, compresi ricorrenti manifestazioni canore, concerti e fuochi d’artificio.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

8 COMMENTI

  1. confesercenti parla di cio’ che non conosce. Fa solo una difesa di bottega, delle botteghe, a costo di apparire ridicola per l’enormità delle balle che racconta. I problemi sono seri: ci aspettiamo serieta’, non slogan.

  2. cosa c\’è di più invasivo di non dormire? provino i signori di confesercenti a non dormire per il casino sotto le finestre, a non poter entrare od uscire di casa per la calca di gente……forse smetterebbero di difendere i casinisti ed i maleducati,provino anche ad avere urinate e vomitate sulla porta di casa, se volete ve ne portiamo un pochino a casa!

  3. mi pare che abbiano trovato nelle settimane scorse molti lavoratori in nero nei locali della movida!
    confesercen ti difende anche quei locali? smettetela di prendere in giro i cittadini bresciani!

  4. Se fossi un esercente onesto e cioè rispettoso di tutte le norme che regolano i locali, mi arrabbierei con voi perché difendete chi non ha personale in regola, chi non fa scontrini, chi non insonorizza i locali e chi non ha i locali in regola. Meditate esercenti onesti che magari per delle cavolate avete preso delle multe e non siete neanche stati difesi dalla CONFESERCENTI!!!!! MEDITATE!!!!!

  5. qui c’è gente che diffama millantando false informazioni. o fai nomi e cognomi di chi non fa scontrini etc etc o la pianti! i locali che conosco io sono tutti in regola e fanno sempre gli scontrini.

  6. IL BOX per esempio non emette sempre scontrini e posso dirlo perchè son stato li più volte…
    le molte balle son quelle riportate nell’articolo…
    A tutti quelli pro movida, perchè non dite dove abitate, che una sera vi facciamo provare quel che accade sotto casa nostra e poi vediamo…

  7. E’ l’1.15 e alcuni locali di Contrada del Carmine hanno ancora la musica alta accesa,martellante,c he si diffonde nella via. Anche i plateatici all’1.15 sono ancora utilizzati, e le sedie rumorosamente trascinate a destra e sinistra. Un mix micidiale per la mia testa se si aggiungono gli schiamazzi della gente nella via stretta a imbuto, il caldo del dover stare con le finestre chiuse, e qualche altra notte passata allo stesso modo nelle altre notti della settimana.
    Dove sono gli imprenditori che esercitano nel rispetto delle normative vigenti?
    Mi risulta che dopo le 22,i rumori devono stare in certi limiti, e i plateatici devono chiudere alle 24.00.
    E che,se i locali sono insonorizzati, questi devono stare con le finestre e porte chiuse,come sono invece costretta a fare io, e la clientela restare dentro il locale, se no a cosa è servito insonorizzare?
    Tutt o ciò nel rispetto soprattutto della salute delle persone.

  8. Diciamo prima che gli abitanti del Carmine non devono morire.Cercasi associazioni per i diritti umanitari che ci aiutino. Cosa possiamo dire LA CASA DEL POPOLO FINO ALLE due aveva la musica a canna. Si ricordi CONFESERCENTI che la clientela la fanno i locali. Esercenti barbari clientela barbara Qui di invasioni barbariche si parla!!!!

RISPONDI