Difesa territorio, l’assessore Beccalossi in Val Trompia per lo studio di prevenzione rischio idrogeologico

0

“Per Regione Lombardia la difesa del territorio dal rischio di frane e alluvioni è una priorità. Per questo, stiamo realizzando un Piano straordinario di interventi finanziato con fondi regionali pari a 140 milioni di euro, cui vanno aggiunti altri 70 milioni messi a disposizione dal Ministero dell’Ambiente, che sta interessando 163 opere e cantieri. Considerata l’importanza della materia, la Giunta ha inoltre previsto un ulteriore stanziamento di altri 10 milioni nell’assestamento di bilancio 2013”.

Lo ha dichiarato l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo Viviana Beccalossi, presentando oggi a Gardone Val Trompia i risultati di uno studio idrogeologico della valle attraversata dai fiumi Mella e Garza, che interessa 18 Comuni valle bresciana.

“Tutto il territorio nazionale – continua Viviana Beccalossi- registra sempre più spesso notizie di cronaca che ne testimoniano la fragilità di fronte agli eventi naturali, spesso aggravata da incuria, mancanza di manutenzione e cattiva pianificazione. Con progetti come questo, invece, parliamo di prevenzione, fondamentale per minimizzare i rischi per la popolazione, le infrastrutture, le attività economiche e agricole”.

“Negli ultimi anni – continua l’assessore – in buona parte del territorio regionale sono stati attivati simili accordi di pianificazione che coinvolgono gli enti locali, responsabilizzano i singoli Comuni a monitorare i propri punti deboli e mettono in rete le informazioni utili sia per la pianificazione urbanistica sia ai fini di protezione civile”.

Nello specifico lo studio sulla Val Trompia, finanziato per 50mila euro da Regione e altrettanti dalla Comunità Montana Val Trompia, serve a “radiografare” a livello idraulico ed idrogeologico l’area di bacino dei fiumi Mella e Garza, trovandone i “punti deboli” per permettere di intervenire per ridurre il rischio causato dalle frequenti piene ed esondazioni.

Nel caso della provincia di Brescia, nel settembre 2012 è stata presentato un progetto di monitoraggio  per la Valcamonica, così come sono in fase di realizzazione quelli sottoscritti per altre aree, tra i quali quella per i quartieri della città di Brescia San Polo e Sant’Eufemia per il Torrente Garza e quello per la città di Brescia e la Franciacorta Orientale per i torrenti Solda, Canale, Livorna, Gandovere e Mandolossa. Nei prossimi mesi si farà lo stesso anche per l’area della  Valsabbia.

“Le caratteristiche del nostro territorio – conclude Viviana Beccalossi – impongono di tenere alta l’attenzione e investire in prevenzione. Studi come quello presentato oggi sono il miglior esempio di questa politica”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Assessore alla Difesa delle Poltrone: penso che potrebbe essere una buona idea creare questa nuova delega asssessorile vista la necessità di preservare la fauna politica dal rischio di crollo del reddito e del dissesto finanziario personale e famigliare. Con un occhio alla prevenzione: monitorare costantemente il mantenimento del potere d’acquisto e dello stato sociale dei singolo politico…

  2. Si difende il territorio dicendo NO a nuove cave e discariche. Come la pensa l’assessore Beccalossi sul nuovo piano cave provinciale di Brescia che dovrà essere discusso nel 2015? Purtroppo per lei ci ricordiamo quali erano le sue posizioni da assessore regionale all’agricoltura quando arrivò l’attuale piano in Regione! Speriamo sia migliorata la sua sensibilità ambientale!

LEAVE A REPLY