Attacco alla magistratura da Brescia, i giudici “assolvono” Silvio Berlusconi

0

Parole forti. Ma comunque collocate entro l’alveo della critica politica perché pronunciate dal leader di un partito durante un comizio di piazza. Con questa motivazione il relatore della pratica ha confermato la richiesta di archiviazione a carico di Silvio Berlusconi per quanto detto durante il comizio pre-elettorale in piazza Duomo. “Ci sono dei magistrati politicizzati accecati dal pregiudizio e da una invincibile invidia, che sfocia spesso nell’odio nei miei confronti”, così aveva affermato Berlusconi a Brescia, subito dopo la condanna nel processo Mediaset. E i magistrati di Milano della corrente di Magistratura indipendente avevano chiesto al Comitato di presidenza del Csm l’apertura di una pratica a tutela. Giovedì i giudici si pronunceranno nel merito, ma la “sentenza” è scritta, perché anche il relatore e la commissioni hanno già chiarito il loro orientamento.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. …forse in Italia vi è un minimo do giustizia: si può criticare tutto e tutti , insultare le persone per la loro fede religiosa, occupare case ed edifici , senza che i magistrati (o per lo meno la maggior parte) abbiano nulla da eccepire MA GUAI a criticare i magistrati…..

  2. pensare che il nostro paese é stato governato per 20 anni da un pulcinella di tale bassezza morale é veramente triste.

  3. Un povero martire…ma x favore!! E quanti che lo difendono dopo aver rovinato gli ultimi 20 anni di questo povero paese!! Ricordate: "In Italia la crisi non c’è"??!

  4. Vorrei ricordare ai fessi che hanno votato pd che voi ci governate insieme a silviuccio…quindi in realtà insultando il berluska state insultando voi stessi.

  5. io non avrei fatto un governo con berlusconi, ma é anche vero che non ci sono alternative di governo e l’Italia ha bisogno di un governo. questo non togli che berlusconi sia un delinquente (non é una offesa ma la definizione di chi commette reati abitualmente, come dimostrano gli innumerevoli processi a suo carico)

  6. e la metà (SE NON DI Più) STRANIERI, che probabilmente non possono definirsi neppure cittadini , in quanto non in possesso della cittadinanza

LEAVE A REPLY