Nuova vita a Montisola per Elisabetta Ballarin, ex “bestia di Satana”

7
Elisabetta Ballarin, condannata per gli efferati delitti delle Bestie di Satana
Elisabetta Ballarin, condannata per gli efferati delitti delle Bestie di Satana

Elisabetta Ballarin sta cercando di rifarsi una vita: condannata a 22 anni di carcere per il coinvolgimento nell’omicidio di Mariangela Pezzotta del 2004, l’ex bestia di satana da ieri lavora nell’ufficio turistico del Comune di Montisola. «So di non poter restituire nulla, ma i miei sforzi sono dedicati a chi ho fatto soffrire», ha detto la ragazza al Bresciaoggi, che attualmente è in semilibertà nel carcere bresciano di Verziano.

Dopo aver conseguito la laurea triennale presso l’Accademia Santa Giulia si è aggiudicata una borsa di studio della Loggia da 6mila euro. Inoltre l’ex sindaco di Brescia Adriano Paroli aveva sottoscritto la richiesta di grazia per Elisabetta Ballarin, richiesta presentata al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

 

Comments

comments

7 COMMENTS

  1. é una buona cosa. la condanna non deve essere una vendetta ma una occasione per la riabilitazione di persone che altrimenti, finita la pena, torneranno a delinquere. che vantaggio c’é lasciar marcire in carcere i condannati?

  2. Indignata!!!! Università….. borsa di studio…. Lavoro e pure la richiesta di grazia….
    Lavoro d’ufficio? Vai a spazzare i vicoli di montisola, sotto al sole

  3. I commenti qui sotto fanno capire come la cultura in Italia è indietro 100 anni. Nei paesi più evoluti si va in prigione per espiare la colpa ma anche per cercare di trovare una alternativa al reato commesso per evitare che si ripeta. Da noi invece chi entra in carcere, magari da innocente, esce peggio di prima… Così se ogni tanto c’è un caso di redenzione e di funzionamento dell’istituto della rieducazione ci indignamo… Le bestie forse non sono loro.

  4. Quante sono le persone che con una fedina penale pulita non riescono a trovare un’occupazione? Non si meritano una possibilità anche queste? Dopo colpe tanto gravi si torna in circolazione, ricevuti dal sindaco, in così breve tempo’ Capisco che la legge lo consente, ma credo che si dovrebbe cambiare.

LEAVE A REPLY