Paura a Palazzolo, bimbo di 7 anni cade in un tombino profondo 2 metri

0

Tanta paura, ma fortunatamente, nulla di grave per il bambino di 7 anni che è caduto in un tombino profondo 2 metri nel cortile dell’ospedale di Palazzolo. Come scrive il Giornale di Brescia il bambino era alla clinica con la mamma, la nonna e i due fratellini. La madre è entrata in ospedale per delle visite e il piccolo ha iniziato a giocare nel cortile. E’ poi finito sulla copertura di un tombino che si è ribaltata facendo precipitare nel buco il bambino. Attimi di paura per il piccolo che è scoppiato a piangere e subito la richiesta di aiuto. Alcuni operai sono riusciti ad estrarlo con una scala. Il piccolo è stato visitato nell’ospedale palazzolese e successivamente trasferito al  Civile di Brescia per accertamenti. La zona è stata recintata per motivi di sicurezza.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. L’incidente di Vermicino fu un caso di cronaca italiana dei primi anni ’80 che ebbe grande risalto: intorno alle 19 di mercoledì 10 giugno 1981 Alfredo Rampi detto Alfredino (nato a Roma l’11 aprile 1975) cadde in un pozzo artesiano in via Sant’Ireneo, in località Selvotta, una piccola frazione di campagna vicino a Frascati, situata lungo la via di Vermicino, che collega Roma sud a Frascati nord. Dopo quasi tre giorni di tentativi falliti di salvataggio, Alfredino morì dentro il pozzo, 60 metri al di sotto della superficie.

  2. Leggendo l’articolo si potrebbe forse pensare che il bambino stava giocando assieme al suo fratellino ed alla nonna

LEAVE A REPLY