Trovato senza documenti, picchia gli agenti: arrestato pluripregiudicato

0

All’alba del 24 luglio intorno alle 4, personale della volante “Carmine” e della  Squadra Volante è intervenuto in Vittime d’Istria Fiume e Dalmazia per la segnalazione di tre soggetti di etnia africana, che si aggiravano con fare sospetto. Giunti sul posto, gli Agenti operanti notavano lungo la strada tre soggetti di colore e, vista la segnalazione giunta su linea 113, entrambi gli equipaggi decidevano di procedere alla loro identificazione; la  Volante controllava due soggetti, mentre il terzo individuo, successivamente generalizzato in B. B., nato in Burundi nel  1979, veniva sottoposto a controllo da parte del personale della Volante Carmine.

Il cittadino extracomunitario, essendo sprovvisto di qualsiasi documento atto alla sua identificazione, veniva condotto verso l’ autovettura di servizio al fine di procedere al suo accompagnamento in Questura per identificazione,  ma l’uomo è riuscito a divincolarsi e si è dato alla fuga in direzione di via Pigafetta. Gli agenti lo hanno subito inseguito trovandolo in  via Tirandi, nei pressi di una siepe di una abitazione: l’agente ha sentito dei rumori e avvicinatosi con cautela, ha notato il soggetto che era sdraiato tra gli arbusti nella speranza di eludere il controllo. Dopo varie intimazioni a uscire l’agente ha preso l’uomo per un braccio, ma questo reagiva  prendendo per le gambe l’operante e facendolo cadere a terra. Ne è nata una violenta colluttazione. Solo dopo molti minuti, forse stremato, il B. B. iniziava ad arrendersi e veniva bloccato tramite l’uso delle manette di sicurezza e quindi messo sull’autovettura di servizio per essere condotto in Questura. In conseguenza alla colluttazione, gli Agenti sono finiti al pronto soccorso della Clinica Sant’Anna ove a seguito dei primi accertamenti medici,  venivano medicati e guaribili in 7 giorni.

A seguito di fotosegnalamento e verifica delle risultanze del sistema AFIS, nonché da successive verifiche effettuate con l’Ufficio Immigrazione, veniva accertato che lo straniero, gravato da numerosi precedenti penali e di polizia. L’arrestato è stato condannato a 10 mesi  per resistenza e lesioni aggravate e non potendo beneficiare della condizionale (essendo pluripregiudicato) è andato in carcere.

Comments

comments

LEAVE A REPLY