Beccato mentre spacciava eroina: arrestato tunisino pluripregiudicato

0

Sempre alta l’attenzione della Questura e del Commissariato Carmine sul centro città e sul Quartiere Carmine in particolare al fine di prevenire e reprimere la commissione di reati inerenti lo spaccio delle sostanze stupefacenti, non solo negli orari interessati dalla “Movida” ma anche di giorno. Nella mattinata di ieri infatti, alle ore 10.30 circa, gli agenti di una Volante del Commissariato Carmine, impegnati nel controllo del territorio, percorrendo Corso Mameli in direzione di Corso Garibaldi, hanno notato la presenza sospetta in strada di due soggetti: un cittadino italiano ed uno straniero.

I due che confabulavano tra di loro, non si sono accorti dell’arrivo dei poliziotti e sono stati sorpresi mentre si scambiavano di mano una banconota. All’atto del controllo, lo straniero ha gettato in terra un involucro contenente g 0,71 di eroina. Perquisito E.C.J., cittadino tunisino del 1969, è stato trovato in possesso di altra sostanza stupefacente, sempre eroina, e della banconota di euro 20 che il cittadino italiano gli aveva ceduto poco prima per l’acquisto di una delle due dosi. 

Lo straniero, già condannato tre volte, con sentenze definitive sempre per reati inerenti lo spaccio delle sostanze stupefacenti, è un personaggio noto alle forze dell’ordine in quanto più volte segnalato come spacciatore dai residenti e dai negozianti della zona anche ai Poliziotti di Quartiere. Sorpreso in flagranza di reato l’uomo è stato arrestato. Processato in Direttissima questa mattina è stato condannato ad un anno di reclusione presso la Casa Circondariale di Canton Mombello.

Nei suoi confronti si è inoltre attivato l’Ufficio Immigrazione della Questura ai fini della sua espulsione dal territorio una volta scontata la pena detentiva.

Sempre personale del Commissariato Carmine, nella serata di ieri, alle ore 20.15, transitando in viale Stazione, ha proceduto al controllo di un cittadino straniero che sostava in strada nei pressi del bar “Centro”. Lo straniero, cittadino tunisino del 1986 è stato trovato in possesso di Hashish per un peso complessivo di circa 5,7 grammi, e pertanto, accompagnato in Questura è stato deferito in stato di libertà.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Io proporrei di regalare una licenza di tabaccaio ed una villa sui Ronchi, per aiutare questo nostro pluricondannato definitivo in libertà. A cosa servono le sentenze definitive? Povera Italia!

LEAVE A REPLY