Loggia, i leghisti lasciano l’aula durante il silenzio per Lampedusa

35

340 corpi recuperati dalle acque, e ce ne sarebbero molti altri, tra i 50 e i 70, ancora dispersi. Mentre nell’aula della Loggia il presidente del Consiglio Comunale invitava consiglieri ed assessori ad alzarsi in piedi per il minuto di silenzio di commemorazione delle vittime della strage di Lampedusa dello scorso 3 ottobre, i due neoconsiglieri leghisti, Nicola Gallizioli e Massimo Tacconi, lasciano l’aula. «Non è un tema amministrativo», questa la motivazione dei due. 

Inutile dire che il gesto dei leghisti, alla loro prima seduta dopo che hanno preso il posto dei dimissionari Simona Bordonali e Fabio Rolfi, che dovendo scegliere hanno optato per il Consiglio Regionale, ha provocato non poco sconcerto in aula. Dopo che i due hanno ripreso posto i lavori del Consiglio sono iniziati, a tenere banco la discussione sulla variante al Pgt, e verso la fine, al momento delle dichiarazioni di voto, c’è stato un altro colpo di scena. Quando prende la parola Nicola Gallizioli i consiglieri del centrosinistra e Laura Gamba del Movimento 5 Stelle a loro volta lasciano l’aula, e il leghista è costretto a parlare solo davanti a pochi consiglieri e al pubblico. Gallizioli torna così sul suo gesto: «Il consiglio comunale non è il luogo deputato a dimostrare solidarietà con la tragedia di Lampedusa, lo è il parlamento italiano, quello europeo, ma non il comune di Brescia, dove invece dovremmo guardare ad altre situazioni di disperazione e miseria. Sono le azioni politiche che contano, non le mere commemorazioni. Altrimenti quelle dovremmo farle per ogni morto, per ogni tragedia simile. Non è giusto strumentalizzare politicamente come si è fatto con questo minuto di silenzio». 

Gallizioli si è anche lamentato Giuseppe Ungari che i minuti di silenzio vanno concordati prima di essere messi in atto. Il presidente dell’assemblea gli ha confermato che è quello che è stato fatto, in conferenza dei capigruppo, dove però Gallizioli non c’era, perché non ancora insediato, così come il suo predecessore. 
(a.c.)

Comments

comments

35 COMMENTS

  1. Polemiche inutili: i minuti di silenzio non costano niente e non valgono niente. Stanotte ennesima tragedia. Poi a parte le baggianate televisive basta uscire dalla porta di casa e si vede la situazione reale: molti immigrati nullafacenti in giro (ok la crisi, ma non solo quello è il motivo), maleducati, crimini commessi da immigrati in % abnorme (non il reato di clandestinità che non viene perseguito), case pubbliche a loro (verificare con i propri occhi), uso abnorme della sanità e dei servizi pubblici, poche o nulle imposte versate. Devo andare avanti?

  2. Dimenticavo: spendono prevalentemente nei loro negozi etnici (verificare il versamento delle imposte dei suddetti), e se hanno qualcosa che avanza lo spediscono a casa loro, oltre che spedire cose che (diciamo così) si procurano di notte. Basta guardarsi in giro.

  3. i morti non hanno nazione o religione o colore della pelle ma solo senso di umana pietà … pensi a quanti danni le procurano persone in giacca e cravatta che parlano il suo dialetto …

  4. una cosa non capisco su questa tragedia della immigrazione: nessuno ne parla ma sono cose risapute e agli atti in ogni interrogatorio degli scafisti arrestati: ogni persona sui barconi paga agli scafisti una cifra variabile fra i 3000 e i 5000 dollari a testa! una famiglia di Somali di 5 persone pertanto paga intorno mediamente a 20.000 dollari per il viaggio… ma in Somalia il reddito procapite si valuta in un dollaro al giorno…con quella cifra una famiglia vivrebbe tranquillamente di rendita per venti anni… ovvero…se quel denaro non l’hanno, CHI lo da’ agli scafisti? si dovrebbe capire per bene questa cosa per potere intervenire in modo concreto, umano e radicale…

  5. Da una parte vi è l’estrema complessità di una situazione che l’Italia non ha mai risolto sotto il profilo normativonè con la legge Martelli nè con le successive Turco-Napolitano e Bossi-Fini. Dall’altra parte l’umana pietà per qualsiaisi grande tragedia che veda coinvolte decine di persone innocenti che cercano di affrancarsi dal bisogno e dalla violenza. Un minuto non risolve nulla, ma un pensiero di commemorazione non costa niente. Pessimo inizio per i due leghisti di seconda fascia, cioè non eletti per numero di preferenze all’ ultima tornata amministrativa cittadina ma subentranti a due dimissionari.

  6. la cosa divertente, per chi avrà tempo di guardarsi il video, è il brillante Consigliere leghista che all’uscita degli altri consiglieri li accusa di un gesto poco democratico … Tu quoque! C***O ma era appena uscito lui!!!!

  7. nel "belpaese" in altre decine di casi i sinistroidi si sono alzati abbandonando l’aula senza commemorare e nessuno mai ( TV giornali e siti web ) ne ha fatto un problema . Rinfreschiamo la memoria a qualcuno ?

  8. di fronte alla morte di cosí tanti bambini, donne e persone inermi, affermare -prima gli italiani- é come dire – che gli altri crepino-. Quando si dice che i razzisti sono dei bastardi, si dice ancora poco.

  9. dillo tu quanti se ne sono suicidati nell’ultima settimana? ma ti sembrano confronti da fare? tutto perché non vuoi ammettere che per te i morti africani non contano nulla. Seguendo la tua logica non dovrebbe fregartete nulla nemmeno dei morti bresciani: potrebbero interessarti solo i morti della tua famiglia o magari nemmeno di quella.

  10. Cari utenti "buonisti" e amici dei "fratelli migranti". Quello che hanno fatto i due consiglieri leghisti è una scelta politica. Che piaccia o no.In ogni caso il lutto nazionale od il minuto di silenzio è una forma di solidarietà imbelle e da imbelli. Se proprio ritenete giusto aiutare i "fratelli migranti" fatelo come siete capaci,in maniera concreta con le Vostre associazioni, i Vostri partiti (che i soldi tanto li prendete sempre dallo stato italiano).Questo governo e i suoi (falsi) oppositori M5S e SEL hanno un unico interesse : ridurre gli italiani alla fame e , un passaggio non secondario, è quello di ridrre gli stanziamenti economici per gli italiani e girarli ai "fratelli migranti.Basta vedere le dichiarazioni aberranti della sig.ra Kyenge che, con i cadaveri appena ripescati cerca di fare passare le sue idee contro l’Italia e i cittadini italiani. Infatti il problema che angustia i cittadini italiani è l’urgenza di dare lo ius soli , aiutare i "fratelli migranti" a scapito degli stessi italiani. Purtroppo ci state riuscendo….Spero che la gente comprenda il Vostro progetto e NON Vi voto mai più…Ad maiora.

  11. Per i morti ammazzati dai vari kabobo, rumeni, marocchini e pakistani hanno mai fatto minuti di silenzio?Noooooo che non li hanno fatti…..

  12. non ragioni. cosa c’entrano i morti assassinati con i naufraghi nel mare di persone che fuggono dalla morte, dalla guerra e dalla miseria? lo sai che in Siria c’é la guerra? Che in Etiopia pure. Scappano perché altrimenti li ammazzano. Dai da bravo, ragiona.

  13. sostieni che l’obiettivo della sinistra sarebbe quello di affamare gli italiani per favorire gli immigrati. Ma perché mai dovrebbero volerlo? Che interesse avrebbe un progetto politico di qs tipo? La verità é che gente come te non vuole vedere la realtà di persone disperate che muoiono per scappare alla morte. Rischiano viaggi pericolosissimi perché altrimenti sarebbero ammazzati nei loro paesi. Ma queste cose gente come te non lo vuole vedere. Preferisce pensare che arrivano perché la kyenge li chiama per danneggiare gli italiani. Usare la testa almeno un po’?

  14. Praticamente in tutta europa stanno inasprendo le leggi contro l’immigrazione…da noi i politici piangono, si battono il petto, vogliono accogliere tutti e questo nonostante la stragrande maggioranza degli italiani è stufa di immigrati.(tranne qualche squilibrato)

  15. Certo che mettere sullo stesso piano un elemento come Kabobo con una clandestina incinta di 9 mesi è demenziale. E’ come dire che una scatoletta di tonno rubata al supermentecato per fame è come ammazzare una persona durante una rapina. C’è chi scappa e si rifugia in un paese per non morire ammazzato e chi si rifugia in un bar per scappare alla polizia per una rapina.

  16. Caro utente "@rob", non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere e peggior sordo di chi NON vuol sentire….Quelli citati SONO DATI di fatto. I soldi per i cassaintegrati non ci sono , i soldi per gli esodati non ci sono, i soldi per gli italiani poveri non ci sono, i soldi per aumentatre le pensioni minime non ci sono…Ma , et voilà , per i "fratelli migranti" si trovano subito.Ripeto : aiutateli con le Vostre associazioni, i Vostri partiti , intanti i soldi li prendete sempre dallo Stato.NO , la sig.ra Kyenge NON li chiama! Sono i Vostri partiti , i Vostri giornali che fanno passare il messaggio che in Italia TUTTI possono entrare tranquillamente…ta nto siamo uno Stato di m…a e , oltrettutto , ai "fratelli migranti" concediamo tutto.Ad maiora.

  17. ….."Commissione territoriale per il riconoscimento dello status di rifugiato. E’ stato adottato, quindi, il sistema della collocazione dei migranti in strutture territoriali che offrono la loro disponibilità a fronte di una diaria giornaliera di circa 40,00 € più vitto e alloggio. Ai migranti è garantito un insieme di servizi, quali l’orientamento legale ed ai servizi socio-sanitari, la formazione per l’inserimento lavorativo e attività volte all’apprendimento della lingua inglese e italiana. (Farnesina)……..U n pensionato al minimo (e sono tanti) prende circa 500 € al mese, i giovani disoccupati niente……

  18. La diaria giornaliera per ogni "rifugiato" fissata per l’accoglienza è stata decisa a livello nazionale: prima era di 40 ora è 46 € al giorno per immigrato….

  19. parlerei a tutti quei babbei della sinistra incapaci di governare e solo di tassare i cittadini, i leghisti almenno mantengono una coerenza , basta orde di barbari dalla pelle scusa , 400 anche oggi che ci assediano e credono di venire in italia per trovare lavoro. grazie al buon governo PD_PDL ci ritroviamo con le scarselle vuote,tanto questo i colored non lo capiscono. ma forse anche i romani, della vecchia e sempre coerente Roma ladrona.
    Poi Ungari ha esaltato con la sua monotonia un consiglio gia’ triste per la presenza di un sindaco e vice sindaco tristi ed inutili.

  20. questa della diaria é come quella dei comunisti che mangiano i bambini. é falso che i rifugiati percepiscano una diaria 45 euro al giorno + vitto ed alloggio. Chi lo sostiene citi la fonte o taccia perché é un bugiardo. Secondo direttive europee i rifugiati hanno diritto ad una diaria che oscilla tra i 3 ed i 4 euro al giorno, che spesso in Italia non sono nemmeno riconosciuti. I rifugiati i somali per esempio sono costretti a vivere nell’edificio in rovina della loro ex ambasciata con un sussidio risibile

  21. hai capito nulla , a parte i 3 o 4 euro a testa , lo stato ( noi voi e tu ) paga ai residence e/o hotels la bellezza di 45 euro per l’alloggio ( a testa ed al giorno ) + eventuali 20 in caso di vitto se l’albergo non e’ attrezzato gli vengono consegnati i pasti da fuori , informati.

  22. Quella non si chiama diaria ma é l’impegno (massimo) che comporta il mantenimento di un rifugiato. É un importo deciso già ai suoi tempi da Maroni che aveva piazzato molti rifugiati in Hotel in alta montagna senza alcun progetto di reiseriimento. Ma si puó spendere di meno se si trovano cooperative attrezzate e con progetti di inserimento. In Val Camonica lavora molto bene per esempio la cooperativa x-pax (cerca su google). Nei cie (che é per i clandestini e non per i rifugiati) che sono dei lager a tutti gli effetti, il costo procapite va dai 40 agli 80 euro al giorno.

  23. Il governo ha appena deciso di stanziare 350 milioni di euro per la cosiddetta emergenza immigrati….350 milioni di euro tolti al rifinanziamento della cassa integrazione: i coccolaimmigrati pare siano molto contenti di questo!

  24. Maroni ha speso ben più di 350 milioni per far costruire a Gheddafi i lager dove massacrare i rifugiati in Libia. Dei massacri i coccola razzisti sono ben contenti.

  25. aho’ ma sei decoccio , cooperative per il reinserimento ahahaha ecche’ ti reinserisci 20 o 30 milioni di immigrati , su Gheddafi e’ meglio stendere un velo pietoso , per fermare un dittatore che almeno pagandolo fermava l’afflusso la sinistra ha voluto la guerra con il bel risultato che ora stanno al governo altri dittatori e che a noi ci mandano 3 barconi al giorno e che dobbiamo sempre pagare, dei veri geni.

LEAVE A REPLY