Arresto Lancini, nelle intercettazioni lui era “lo sceriffo”

1
POLITICA A BRESCIA - Danilo Oscar Lancini (ex sindaco Adro) - diritti Andrea Tortelli
POLITICA A BRESCIA - Danilo Oscar Lancini (ex sindaco Adro) - diritti Andrea Tortelli

Per gli inquirenti sono “illuminanti” le  “reazioni telefoniche scaturite” dall’arrivo dei carabinieri di Brescia in Comune, lo scorso 10 aprile, quando gli agenti, seguendo l’indagine in corso, avevano chiesto le delibere che autorizzavano i lavori per l’area feste, al centro del procedimento. Delibere che furono trovate solo il giorno dopo, retrodatate. Nelle intercettazioni che hanno portato ai domiciliari il sindaco di Adro, Oscar Lancini, il primo cittadino era soprannominato «lo sceriffo», mentre Alessandro Cadei, imprenditore «vicesceriffo».

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Nelle intercettazioni lo sceriffo è un uomo pubblico, il vicesceriffo un imprenditore privato. Caspita, che organizzazione.

LEAVE A REPLY