Donna aggredita e stuprata a Trenzano: sospettato 15enne

21
Bsnews whatsapp

Ci sarebbe una svolta nelle indagini sull’aggressione ai danni di una donna di 40 anni consumatasi domenica sera nelle campagne della Franciacorta. I carabinieri hanno fermato un ragazzo di 15 anni sospettato di essere l’aggressore. Il ragazzo avrebbe minacciato la donna costringendola a salire in auto per poi violentarla.

La donna è poi riuscita a fuggire approfittando di un semaforo rosso scappando così al suo aggressore. Nelle prossime ore ulteriori aggiornamenti sul caso.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

21 COMMENTI

  1. Cari utenti, questo "fratello migrante" che ha violentato una signora ha 16 anni. Bene, cosa credete che impari nelle carceri italiane???Anzi, sicuramente questo non va nemmeno al riformatorio. Ci sarà qualche giudice comprensivo che lo affiderà ai servizi sociali o cose del genere e, poi , tra qualche anno leggeremo ancora di questo "eroe". Tanto per capirci , andate on line corriere della sera brescia. C’è una notizia illuminante: due clandestini albanesi,senza fissa dimora, arrestati a Concesio per furto in appartamento, processati , condannati ad un anno e 400 euro di multa. Sono stati subito scarcerati….Se questa è la giustizia giusta…..

  2. È stato fermato nella notte dai carabinieri della compagnia di Chiari il presunto autore della violenza sessuale commessa nella zona di Castegnato il 18 novembre ai danni di una donna di circa 40 anni. In manette è finito un ragazzo di 15 anni, originario del Marocco. Il ragazzino, già portato al Beccaria di Milano, è stato riconosciuto dalla vittima, che era stata costretta a salire in auto e poi a subire la violenza carnale, fino a che è riuscita a liberarsi ed ad scappare nella zona di Trenzano.
    Due giorni dopo aver violentato la 40enne il minore ha usato violenza anche su una ragazza di 24 anni, nella zona di Trenzano. Il 15enne aveva con sé una pistola clandestina, con la quale probabilmente minacciava le sue vittime.

  3. ormai per difendere i suoi fratelli migranti non sa pìù a cosa attaccarsi….pero ha il coraggio di venire qui a difendere uno stupratore!

  4. Questo marocchino è nato in italia…..se fosse per la kyenge,la boldrini e gli altri amici delle risorse questo inqualificabile xxxxx di xxxxx avrebbe un pezzo di carta con su scritto cittadinanza italiana.Devono solo provarci, i traditori, a dare la cittadinanza a questi!

  5. ma i nazisti di FN cosa hanno da insegnare sul piano della civiltà? Non hanno mai criticato nemmeno i campi di sterminio dove hanno ucciso milione di ebrei.

  6. Quando a stuprare sono gli italiani c’è differenza? A livello statistico sono più italiani a commettere stupri. Va giudicato l’orrore, non la nazionalità.

  7. Caro utente "nazisti"., le critiche , ohibò le AUTOCRITICHE, dovrebbero farle quelli che, vedi i compagni del PCI e i "bravi ragazzi" dei centri sociali bresciani vari che hanno negato e negano tutt’ora le foibe e gli (E)ORRORI fatti dai vari regimi comunisti. Tanto per Vostra informazione, fatevi un giretto su i vari siti vicini ai"compagni antagonisti" o a rifondazione (???!!!)comunista(!! !???). C’è molto da imparare , anche per il Vostro fututo cari (piccolo) borghesi che votate pd…

  8. Nel 2006, gli immigrati erano il 5% della popolazione – oggi sono circa il 7,5% – ma commettevano il 39% degli stupri. Ovvero circa 8 volte la loro incidenza sulla popolazione generale. Un dato che si deve confrontare con il 95% degli italiani che commettevano il 61% delle violenze, con una incidenza quindi di circa 0,7 volte la loro presenza.
    Si evidenzia quindi una propensione degli immigrati allo stupro, circa 12 volte superiore a quella degli italiani. Significa che una donna, incrociando per strada un immigrato, ha 12 volte più probabilità di incrociare un potenziale stupratore.
    Per gli altri reati vale lo stesso procedimento. Numeri e dati. Non chiacchiere.

    nume ri del 2006 adesso la situazione è precipitata ancora di piu’

  9. Gentile utente non registrato, proviamo a rigirare nuovamente i dati statistici in questo modo allora. Il campione si riferisce a range con presenza ma anche età diversa sul territorio. Quanti immigrati tra i 60 e gli 80 anni conoscete? Invece quanti italiani? ma la domanda era un’altra. Cosa pensare degli italiani che commettono stupri? Pensereste che è un’attitudine da attribuire a tutti gli altri italiani? O sono giustificati perchè rappresentano una piccola parte? IL 60% dei maschi adulti in Italia che commette violenza non rappresenta un dato molto rassicurante a mio avviso. E attribuire un’attitudine negativa ad un intero popolo, è RAZZISMO. E ignoranza, aggiungerei. Studiate, uscite da casa vostra, conoscete gente, viaggiate, aprite la mente. Se tu bresciano vai in America, ti chiameranno mafioso, pregiudizio di cui sono vittima anche molti siciliani. O corrotto, se preferisci. Voglio vedere poi se ti porrai delle domande sulla banalità delle generalizzazioni.

  10. 2 stupri in una settimana ad opera dello stesso immigrato . Volevo chiedere a Fenaroli se anche questo rientra in quella fascia di contribuenti immigrati che sono in credito di 50 milioni di euro.

  11. sapendo che l aggressore è straniero,mi da ancora più fastidio!!! perché gli stranieri appunto si trovano qui come ospiti e dovrebbero avere rispetto e riconoscimento per questo.

  12. é colpa sua? oppure della famiglia? essendo stranieri sarà colpa della famiglia. Se é colpa sua il fatto che sia figlio di immigrati non conta. Se invece é colpa della famiglia lui ha minore colpa e va quindi difeso da una famiglia sbagliata. Oppure é colpa della società? Mha !

  13. A te non te ne frega nulla delle donne violentate o uccise. A te interessa solo sfogare la tua rabbia ed il tuo odio. Non hai speso nemmeno una parola di solidarietà verso le vittime e se lo stupratore fosse italiano staresti zitto.

RISPONDI