L’An Brescia guadagna l’ottava vittoria consecutiva contro l’Albaro Nervi

0
Bsnews whatsapp

Contro l’Albaro Nervi, l’An Brescia centra l’ottava vittoria consecutiva (7 in campionato, più quella di mercoledì, contro il Partizan Belgrado), e conserva il primo posto, in solitaria, nella graduatoria nazionale: a Genova, finisce 18 a 6 per i ragazzi di Sandro Bovo. Dopo il doveroso minuto di silenzio rivolto alle vittime dell’alluvione che, in settimana, ha colpito la Sardegna, i bresciani partono subito a spron battuto, facendo capire che la fame di vittorie è tutt’altro che esaurita e chiudendo la prima frazione già con quattro gol di vantaggio (5 a 1). Nel prosieguo del match, l’An continua a macinare gioco, dimostrando di aver ben inteso le indicazioni di coach Bovo, ovvero mai incorrere in cali di tensione, non farsi prendere da alcuna forma di appagamento, mai lasciare qualcosa di intentato, in attacco come in difesa. Ed è così che si arriva a metà partita sul più 5 (8 a 3); nel terzo tempo, un’ulteriore accelerazione (6 a 1, il parziale) di Presciutti e compagni rimarca il divario tecnico tra le due compagini e fa capire che i biancoazzurri non sono venuti in Liguria per fare regali. A metà della stessa frazione, Marco Del Lungo lascia il posto a Brando Dian, che si dimostra pronto a dare il proprio importante contributo. Nell’ultimo tempo, il leitmotiv non cambia e arrivano altre quattro reti (contro le due del Nervi); in casa Brescia, da rilevare la mano ancora piuttosto “calda” di Valerio Rizzo – top scorer dell’incontro con 4 segnature – e le triplette di Willi Molina (un centro su rigore) e di Francesco Di Fulvio, mentre, nel team nerviese, spiccano i tre gol del centroboa Marco Oneto.

Per Brescia, dunque, un altro successo per continuare a maturare come gruppo, per rilanciare l’importanza del costante impegno e per mantenere sempre viva la voglia di traguardi prestigiosi.

«Come richiesto dall’allenatore – afferma il difensore, Filippo Legrenzi -, siamo partiti subito forte, mantenendo sempre il massimo della concentrazione; questo atteggiamento ci ha consentito di imporre il nostro valore. Il Nervi ha dei giovani di buon livello ma, davanti alle nostre qualità, non ha potuto fare granchè. Siamo un ottimo gruppo, molto unito, riusciamo a darci sempre una mano, speriamo di proseguire così. Ad ogni modo, guardiamo avanti, il desiderio di migliorare cresce di giorno in giorno e, in settimana, prepareremo al meglio la sfida interna con la Lazio».

 

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI