Furto di 2mila litri di gasolio alla “Piccola” di via Dalmazia, arrestato 28enne rumeno

0

A Brescia, via Dalmazia 50, sorge lo Scalo Merci Ferroviario di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana Spa. Qui operano varie ditte per la movimentazione di container e trasporti intermodali; una di queste è la ditta F.lli Besenzoni Srl che ha un proprio ufficio e dei mezzi industriali.

Il 31 ottobre un dipendente della ditta F.lli Besenzoni ha denunciato che la notte precedente era stato prelevato del gasolio da alcuni serbatoi di alcuni trattori stradali e da altri mezzi che movimentano le merci che si trovavano posteggiati all’interno dello scalo e sono di proprietà ditta “FR Trans” . Il personale dello Scalo si era già rivolto alla Polfer due giorni prima per fornire copia di una denuncia di furto di gasolio presentata ai Carabinieri di Brescia Lamarmora e risalente a furti accaduti tra il 5 e il 7 ottobre, oltre a precisare che altri fatti analoghi e non denunciati si erano verificati negli ultimi due mesi:

A quel punto gli agenti hanno iniziato vari servizi di appostamento focalizzando i punti dello scalo più critici.

Nella notte fra il 23 ed il 24 novembre, il personale appostato all’interno dello scalo, si è accorto di 3 uomini che si aggiravano tra i veicoli manomettendo i serbatoi di tre trattori stradali. Immediato è scattato l’intervenuto. Un uomo è stato bloccato mentre gli altri due sono riusciti a scappare facendo perdere le tracce attraversando la linea ferroviaria poco distante.

L’arrestato, S.G. cittadino rumeno di 28 anni, ha ammesso il fatto di aver tentato di rubare gasolio all’interno della Scalo Merci. Dalla successiva perquisizione domiciliare di due appartamenti e relative pertinenze, gli agenti hanno scovato e sequestrato alcune taniche vuote e pezzi di canna in gomma utilizzate per aspirare il gasolio, inoltre in un garage, sito in zona Brescia Due, sono state rinvenute e sequestrate 75 taniche contenenti quasi 2000 litri di gasolio di sicura provenienza illecita. L’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura di Brescia.

L’operazione, ha portato inoltre ad indagare in stato di libertà altre due persone (un cittadino rumeno ed un cittadino italiano proprietario dell’appartamento e garage) per favoreggiamento reale ed un altro cittadino rumeno per favoreggiamento personale.

Tramite alcune riprese della videosorveglianza, sono state visionate delle immagini dalle quali si vede il furgone compatibile con quello utilizzato dai ladri e che si muoveva in zona: veicolo oggi posto sotto sequestro.

Il 28enne rumeno è stato giudicato lunedì mattina dal Tribunale di Brescia dove è stato convalidato l’arresto ed è stata rinviata l’udienza al 9 dicembre imponendo all’imputato di non allontanarsi da Brescia.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY