Salvini (Lega): “Il sindaco Lancini andrebbe premiato, altro che arrestarlo”

17

“Se ad Adro fosse stata già in vigore la normativa sugli appalti a chilometro zero, il sindaco sarebbe stato premiato non arrestato”. Queste le parole, pronunciate dal candidato alla segreteria della Lega Nord, Matteo Salvini, nel corso di una conferenza stampa al Pirellone sul consumo sostenibile di suolo e sulla proposta “appalti a km zero” che verrà formulata in un progetto di legge regionale.

L’esponente del Carroccio, che nei giorni scorsi aveva disdetto tutte le manifestazioni a sostegno del sindaco di Adro su richiesta della famiglia, crede nella completa innocenza di Lancini, arrestato un paio di settimane fa per presunte irregolarità nella gestione degli appalti.

Nel corso della conferenza stampa odierna Salvini ha continuato: “In Lombardia sarebbe sano che lavorassero imprese lombarde sia per la tutela dell’ambiente sia del lavoro – ha commentato -. Purtroppo l’Europa va assolutamente in direzione opposta” e guardando “solo al profitto” rischia di non accorgersi delle “infiltrazioni di mafie e camorre”.

Comments

comments

17 COMMENTS

  1. Salvini aveva promesso che se Lancini non fosse stato liberato entro una settimana sarebbe andato lui a tirarlo fuori casa. Le solite sparate da guasconi.

  2. Sai che nel mondo dell’edilizia non esistono solo quelle che tu definisci, da grande esperto del settore, dubbie cooperative rosse??ma anche onesti costruttori che pensano di partecipare alla pari degli altri alle gare d’appalto comunali ecc… e che invece si trovano letteralmente imbrogliati dal sistema delle gare truccate?? seconda cosa, complimenti per il tuo italiano fantastico, terzo ho fatto un solo commento caro il mio cyberesperto!

  3. A parte che le scelte politiche non sono delle etnie… poi cosa c’entra essere "politicanti da strapazzo" con l’aver espresso l’idea che le gare d’appalto devono essere fare in modo corretta e nel rispetto delle regole? ad esempio non essere truccate solo a favore di una impresa INDIPENDENTEMENTE DAL PARTITO POLICO a cui può essere legata. Poi se i sostenitori del sindaco di Adro si sentono in dovere di difendere A SPADA TRATTA il loro leader a costo di giustificare un operato scorretto, allora va benissimo, basta che ognuno si prenda la responsabilità di quello che dice.

  4. EHH sì, quanti bravi giudici. Quanti bravi "cittadini" che si "bevono" tutte le "indiscrezioni" pubblicate sui giornali….Che parlano a ogni piè sospinto di legalità , giustizia etc…Mi sembrano i fratelli minori di quelli che gridavano o scrivevano sui muri"uccidere un fascista non è reato" oppure "10,100,100 Nassiriya". Ehhh sì ,ci sembra proprio che l’humus culturale è quello di certi "ambienti",quegli stessi che giustificavano la "giustizia proletaria" nei "favolosi anni ’80"….Il lupo mperde il pelo ma non il vizio….

  5. Una persona che vorrebbe un po’ di legalità in politica è per forza di cose un comunista? Ma informati meglio prima di sparare sentenze su cose di cui non sai nulla.

  6. come è vero che dobbiamo ringraziare anche gli Americani, ma ribadisco che i comunisti non hanno da insegnare nulla in fatto di legalità

  7. I comunisti italiani hanno contribuito fattivamente, insieme a tutte le forze democratiche, alla stesura della nostra Costituzione che é la base della legalità. Negarlo é semplicemente falso.

  8. Lo premieranno con la laurea honoris causa dell’università di Tirana ed una spilla-di-diamanti-d ell’ordine-delle-tro te-di-Tanzania.

LEAVE A REPLY