Arte: pensare il futuro, con Massimo Minini, Chiara Rusconi e Massimo Torrigiani

0

Terza stagione di appuntamenti per le Conversazioni al Grande che nel 2013 assumono la nuova connotazione "PENSARE IL FUTURO": attraverso la lente d’ingrandimento di cittadini bresciani di rilievo internazionale, si cercherà infatti di stimolare una riflessione sulle trasformazioni della società contemporanea. Il secondo incontro della Stagione 2013 si terrà questa sera, sabato 30 novembre, alle 18.00 e seguirà il tema ARTE. PENSARE IL FUTURO. Massimo Minini, Chiara Rusconi e Massimo Torrigiani, protagonisti di questo appuntamento, si confronteranno in una conversazione sul mondo dell’arte, su nuovi scenari e nuovi protagonisti.

Il sistema dell’arte sta cambiando radicalmente, anche sotto la spinta di una crescente internazionalizzazione e dell’influenza culturale e sul mercato di Asia, Sud America e Medio Oriente. Si ridefiniscono posizioni, ruoli e funzioni tra pubblico e privato, gallerie e musei, artisti e curatori… Le grandi gallerie organizzano mostre di opere non in vendita, alle volte in prestito da musei, mentre questi e le biennali si reggono sul sostegno di gallerie e collezionisti privati. La distinzione tra istituzioni e mercato diventa sempre più sottile. Un serratissimo calendario globale di fiere assorbe le gallerie fino a indebolirne la funzione di avamposto e di mediazione culturale nelle città. Nei paesi emergenti nuovi mercanti, nuovi musei e case d’asta si sviluppano parallelamente a iniziative dal basso, organizzazioni non-profit, spazi e progetti indipendenti. È un mondo nuovo, ricco e complesso.
La conversazione tra i galleristi bresciani Massimo Minini e Chiara Rusconi, con Massimo Torrigiani, ex direttore della fiera d’arte contemporanea di Shanghai, affronterà questi temi per raccontare, svelandone i retroscena, un mondo dell’arte in trasformazione.

L’ingresso agli incontri è libero fino ad esaurimento posti. Gli incontri si svolgono nel Salone delle Scenografie del Teatro Grande (ingresso da via Paganora 19).

Comments

comments

LEAVE A REPLY