Imu a gennaio, Tares a febbraio: l’anno nuovo inizia con i saldi… delle tariffe 2013

0

Anno nuovo, vecchie imposte. Il 2014 per moltissimi bresciani inizierà con due importanti scadenze fiscali, una a fine gennaio e una a fine febbraio, il tutto nell’incertezza più assoluta riguardo a quali saranno invece le nuove tariffe su casa (Tasi) e rifiuti (Tari), se rimarranno separate (ipotesi più probabile) o saranno riunite in un unico balzello.  In ogni caso le prime rate saranno da pagare non prima di giugno.

La prima data da segnare sul calendario è il 24 gennaio, termine ultimo per il pagamento del saldo dell’Imu per circa 59mila cittadini possessori di prima casa. Il calcolo sul saldo, ricordiamolo, è stato fatto dalla Loggia per differenza tra l’aliquota del 6 per mille e quella originaria del 4 per mille, decurtando il risultato del 40%. Questa la pagine del sito del Comune di Brescia dove avere tutte le informazioni in merito, e anche poter calcolare il proprio imprto (clicca qui).Ricordiamo che sotto i dieci euro c’è l’esenzione, i cittadini non dovranno pagare nulla (sarebbe più costosa la procedura di incasso della cifra incassata).

Il secondo appuntamento tributario ha la scadenza del 28 febbraio e riguarda la terza e ultima rata della Tares, la tassa sui rifiuti. Qui sono pochi i calcoli da fare: dovranno pagare tutti coloro che hanno deciso di rateizzare l’importo complessivo. C’è però la possibilità di ottenere un rimborso parziale della cifra versata per il 2013: ecco dove ottenere tutte le informazioni al riguardo.
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Grazie sindaco per tutte le tasse che ci regala. C’è qualcosa di nuovo, oggi, nell’aria. Anzi, d’antico( tasse e tributi)…Rivedo in te le usate forme ( leggi tasse e tributi), con gli occhi incerti tra il sorriso e il pianto… non cominciar così com’egli fece, quel narrator di storie in versi. Tutta l’aria io cambierò. Qual mai a sì larghe promesse opera ugual darà costui? Partoriranno i monti, vili tasse e tributi nasceran. Grazie, ma preferivo l’aria di prima, con le polveri fini, a questa con tasse e tributi grossi.

LEAVE A REPLY