Aggredisce e deruba una donna: indiano “arrestato” da due passanti

20
Bsnews whatsapp

Prima l’ha avvicinanta, poi l’ha aggredita e infine è scappato con borsa e telefonino, ma la Polizia lo ferma dopo poco, anche grazie al prezioso aiuto di due passanti. E’ successo domenica sera in viale Italia.

L’uomo arrestato è un indiano di 27 anni. Il giovane, poco prima delle 21 si trovava nel parcheggio pubblico di viale Italia e, notando una donna di 38 anni intenta a cercare le chiavi della propria auto, ne ha approfittato prima cercando di rubarle il telefonino, per poi buttarla a terra con uno spintone e impossessarsi della borsa.

La donna però a quel punto si è messa ad urlare il ché ha fatto desistere l’uomo dalla rapina e, nello stesso tempo, ha lanciato l’allarme ad alcuni passanti che stavano camminando su viale italia. Uno di questi si è messo a correre all’inseguimento dell’indiano, mentre un’altro ha provveduto a bloccarlo fino all’arrivo della volante della Polizia.

Processato per direttissima, l’uomo è stato condannato ad un anno di reclusione, pena successivamente sospesa.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

20 COMMENTI

  1. Ottimo sistema per disincentivare l’impegno civile dei cittadini che hanno contribuito all’arresto del reo in flagranza di reato: grazie ai g.

  2. Strano che i due passanti non sono stati denunciati per sequestro di persona… Anche se forse è una fortuna, dato che probabilmente in galera ci sarebbero finiti loro.

  3. ecco perchè vengono tutti in italia, ormai si sa come funzionano le nostri leggi … ti arrestano, ti processano per direttissima e poi ti mollano di nuovo per strada!! chissà la signora buttata per terra e rapinata come sarà contenta di sapere che domani potrebbe ritrovarsi il suo aggressore di nuovo davanti a lei mentre cerca di aprire l auto !!! ma tanto come dice il prefetto, Brescia è sicura!!

  4. Che amarezza che si prova quando uno stato non è in grado di assolvere il dovere di tutelare il cittadino, se poi provi ad alzare un dito per difesa personale o per senso civico rischi di essere punito per un reato.

  5. Grazie, a questo punto, agli extra che nel parcheggio davanti all’ospedale civile, ti fanno inequivocabilmente capire che stanno lì per curare te e la tua macchina.

  6. Bisogna abolire la Bossi-Fini che é una legge ideologica che non funziona. Non garantisce le espulsioni, dove servono, ne permette a chi vuole vivere onestamente nel nostro paese di non essere clandestino: rendendo tutti clandestini crea un mare di irregolari e disperati. Non possiamo accogliere tutti, ma non possiamo nemmeno respingere tutti. Dobbiamo stabilire delle regole precise, ragionevoli e farle rispettare.

  7. Cari utenti ma non Vi rendete conto che cosa vuole il Pd, Sel e M5S???L’abolizione della Bossi-Fini. Abolita questa il reato di clandestinità NON esisterà più. Fase seconda il riconoscimento della cittadinanza a CHIUNQUE nasca in Italia da genitori stranieri.Chiarament e la maggior parte del "welfare" sarà utilizzato per favorire i "nuovi italiani".Pertanto l’Italia si troverà in una situazione di povertà assoluta, con la per la stragrande maggiorqanza della popolazione ridotta poco sopra i livelli minimi di sussistenza. Basta vedere come hanno già ridotto la popolazione. Milioni di disoccupati che non troveranno MAI più un lavoro pagato in modo giusto….E Voi, cari utenti, che cosa credete di ottenere aprendo le porte all’immigrazione selvaggia ed incontrollata???Il Paradiso???Mah. state attente di non vivere in un inferno nella vita terrena ….Ad maiora.

  8. Per risolvere tutti i problemi di integrazione proporrei di eleggere quale nuovo sindaco di Brescia: BALOTELLI
    La Kyenge ha detto che è un ragazzo in gamba!!!!!!!!!!!!!!! !!

RISPONDI