Sportello immigrati, aumenta il personale per verificare le pratiche con rapidità

11
Bsnews whatsapp

Da lunedì aumenta il personale dello Sportello immigrati di Brescia e il Prefetto, nella città che è prima in Italia per presenza di stranieri, spera di togliersi di dosso la maglia nera degli uffici pubblici più lenti nella regolarizzazione delle posizioni degli immigrati. Qualcosa è effettivamente cambiato dopo il terremoto giudiziario che ha investito lo Sportello immigrati di Brescia la scorsa estate e, soprattutto, dopo la durissima presa di posizione della Cisl a settembre che ha portato al cambio del dirigente del servizio.

 

Al termine dell’incontro avvenuto ieri in Broletto tra Prefetto e organizzazioni sindacali nel corso del quale è stato annunciato il rafforzamento del servizio, Enzo Torri, Segretario generale della Cisl provinciale ha commentato: “Non bisogna dichiarare solo la buona volontà, è arrivato il momento del fare. C’è stato negli ultimi tempi un cambio di passo da parte degli uffici della Prefettura, ma adesso ci aspettiamo un’ulteriore accelerazione perché stiamo parlando di persone che da due anni stanno aspettando il permesso di soggiorno”.

Il riferimento del Segretario della Cisl bresciana è al quadro complessivo dei numeri che lo stesso Prefetto ha illustrato e che mostra quanto sia ancora lunga la strada di un ritorno alla normalità. Ad oggi sono 5.231 le pratiche aperte per la regolarizzazione delle posizioni; 2.567 quelle che sono attualmente in carico alla Prefettura che ne ha già definite 1.138. Dunque ci sono ancora 1.429 posizioni da definire, alle quali dovranno aggiungersi le 2.664 pratiche attualmente ferme alla Direzione distrettuale del lavoro e in Questura.

Da lunedì il personale impegnato allo Sportello immigrati aumenterà di almeno tre unità, con quattro persone presenti ogni giorno, tre postazioni permanenti e al fianco del primo dirigente, Sebastiano Cento, lavoreranno due vice dirigenti in modo da poter accelerare le verifiche delle pratiche.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

11 COMMENTI

  1. ora bisognerebbe verificare che questi nuovi addetti facciano il proprio lavoro. Se verranno messi lì a scaldare la sedia saranno l’ennesima risorsa pubblica sprecata.

  2. Bravo, nemmeno a me importa nulla di queste pratiche. Ora che ci penso, godo di ottima salute, quindi non m’importa nemmeno degli ospedali, vado a piedi, in bici o in auto, quindi non m’importa dei trasporti pubblici, addirittura ho porto d’armi e pistola quindi mi difendo da me e non m’importa nulla delle Forze dell’Ordine, quindi propongo di eliminare tutti questi inutili servizi che costano e a me non danno nulla.

  3. STO SCRIVENDO A RIGURDO DELLA SANATORIA DEL 2012 PER BADANTI E COLF……………. … è UNA VERA VRGOGNA PER NON DIRE SCHIFEZZA, COME TUTTI SANNO L’ULTIMO GIORNO PER LA PRESENTAZIONE DELLA DEMOANDA SI EMERSIONE DEL LAVORATORE IN NERO ERA IL 15.10.2012 SIAMO AL 20.01.2014 E SONO COSIì DICONO AL TELEFONO PIù O MENO A METà STRDA, MI VERGOGNO A DIRLO MA DEVO DIRE CHE SIAMO UN PAESE DA TERZO MONDO, SI FANNO REGOLARMENTE TUTTI GLI ANNI I FLUSSI, MA A COSA SEVONO SE TUTTO POPI SI INCEPPA E LE COSE NON VANNO AVANTI ???????? EPPURE I MILLE EURO SONO STATI PAGATI I CONTRIBUTI INPS SI CONTINUANO A PAGARE PUR NON SAPENDO SE LA DOMANDA VERRà ACCETTATA O RESPINTA………… …ma non sarebbe il caso di dare una accelerata per portare alla fine questa lunga storia. se non mi sbaglio il personale della prefettura lavora solo il mattino non sarebbe il caso di di far lavorare questri signori qualche ora in più ????????????

  4. Evidentemente qualcuno preferisce che siano tutti clandestini. Chi ha chiesto la sanatoria ha pagato profumatamente molto più di quello che viene chiesto agli italiani per altre pratiche. Che quei soldi vengano spesi per quello per cui sono stati pagati.

RISPONDI