Senato abolisce reato clandestinità, Rolfi: “5stelle stampella organica del centro sinistra”

13

In merito al voto odierno del Senato  che ha abolito il reato di clandestinità con il concorso determinante del movimento di Beppe Grillo è intervenuto il vice capogruppo della lega Nord in regione Fabio Rolfi affermando che "Il voto di oggi rappresenta l’epilogo della deriva dei 5stelle che si rivelano un movimento di sinistra, favorevole all’immigrazione di massa, indiscriminata, buonista e assistenzialista come i partiti di sinistra."

Secondo Rolfi i 5stelle "hanno tradito il mandato popolare, votando in direzione opposta a quello che hanno promesso in campagna elettorale nelle piazze del nord, in perfetto stile romano, quello stile che hanno contestato ma al quale si sono abituati bene. Grillo diceva di voler aprire il "Parlamento come una scatoletta di tonno", in realtà l’unica cosa che ha aperto, anzi spalancato, sono le frontiere."

Comments

comments

13 COMMENTS

  1. Ha ragioene Rolfi!!! Dare la possibilità a chiunque di entrare nel nostro Paese, senza controllo alcuno è una vera cretinata. Magari gli danno anche dei sussidi per rimanere in Italia…e gli italiani li facciamo morire di fame…bella roba

  2. Costui parla di promesse mantenute… In 20 anni di lega a Roma cosa avete combinato ? Forse un millesimo di quello che promettevate e con cui guadagnavate voti sfruttando l’ingenuità della gente… Salta giù dal fico va…

  3. Non ho parole…….a forza di dire poverini…poverini. …tra qualche anno saremo noi che ce ne dovremo andare dall’Italia….tanti nostri giovani lo stanno già facendo….e in giro per i quartieri ci sono ragazzotti stranieri senza lavoro….con sigaretta e telefonino di ultima generazione…che non fanno un bel…c……o ….e oi vanno a mangiare alla Caritas…intanto le famiglia bresciane fanno i salti mortali …per arrivare a META’ MESE!!!! E’ vergognoso!!

  4. In realtà non é stato abolito, ma é stato portato dal secondo tentativo di entrare in Italia in poi. Fino ad ora il reato che scattava al primo ingresso ritardava i respingimenti perché, ovviamente, chi é sottoposto ad un processo si deve difendere. Non serve usare i muscoli ma il cervello, caro Rolfi.

  5. sugli immigrati i grillini sono la ruota di scorta del pd…il brutto è che nei comizi prima delle elezioni per raccattare voti grillo diceva tutto il contrario

  6. Consiglio al segretario Salvini: quel po’ di razzismo che tanto faceva comodo cavalcare non rende più di tanto, vi conviene riconvertirvi su argomenti tipo l’ecologia e la tutela del territorio padano così maltrattato dai suoi abitanti, il colore adatto lo avete già nei simboli.

  7. Così scrive il quotidiano La Stampa:

    "Chi entrerà dunque nel nostro Paese clandestinamente per la prima volta, viene spiegato, non verrà sottoposto a procedimento penale ma sarà espulso. Se rientrasse commetterebbe reato. Recita il testo del Governo: «All’articolo 2, comma 3 sostituire la lettera b con la seguente: abrogare, trasformandolo in illecito amministrativo, il reato previsto dall’articolo 10 bis del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n 286, conservando rilievo penale alle condotte di violazione dei provvedimenti amministrativi adottati in materia».

    C’è qualcuno della Lega che ci può spiegare bene quanto abbiamo letto, cioè che chi entra clandestinamente in Italia la prima volta verà comunque espulso, ma sarà perseguibile anche penalmente solo se rientra una seconda, cioè se recidivo ? Grazie.

  8. te lo spiego io , illecito amministrativo vuol dire una multa…soldi non ne hanno quindi nulla di nulla , non c’e’ l’espulsione ma l’obbligo di firma , anche qui nulla di nulla..ti pare che un clandestino possa andare a firmare in caserma ? se e’ clandestino non si fa piu’ vedere e se lo beccano siamo al punto di partenza. per quanto riguarda le espulsioni strano che i sinistroidi ci si appellino ora perche’ fino a ieri non ne volevano sapere proprio di espellere chicchessia.

  9. Caro utente "pentastellante", se c’era necessità di capire da che parte stanno i parlamentari del M5S basta sentire cosa dicono : sono schierati a sinistra magari anche antagonista…). d’altronde hanno "lavorato" nel movimento tante , tante persone che vengono dalla (estrema) sinistra….Mentre i voti li hanno presi da tutte le parti: lega, pdlo, pd, sel….E poi, cosa diceva il buon grillo nei comizi???Sembrava equidistante da tutti, ma alla fine si è capito che sono la RUOTA di Scorta del PD!!!

LEAVE A REPLY