Rovato, uno su quattro multato perché non fa la differenziata

2

Su 103 appartamenti controllati il 25% non è risultato in regola: molti degli occupanti non effettuano la raccolta differenziata. Ecco il risultato di “Progetto controllo abitazione 2013” promosso dal Comune di Rovato.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Ottimo bilancio per il lavoro del Comando di Polizia Locale di Rovato, che nel 2013 ha lavorato intensamente, raggiungendo risultati stimabili. In particolare gli uomini e le donne della locale nel 2013 hanno messo in atto un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale. Si tratta del “Progetto Controllo Abitazione”. Gli agenti sono entrati in azione prima e dopo l’inizio degli orari di servizio. Su richiesta del sindaco Roberta Martinelli hanno controllato 103 appartamenti rovatesi per verificare da chi erano occupati e in quale situazione reale le famiglie vivono. Gli alloggi controllati sono stati scelti su segnalazione delle forze dell’ordine oppure su segnalazione diretta da parte dei cittadini, perché oggetto di situazioni problematiche. Un quarto degli appartamenti controllati è risultato non in regola. Quasi tutti gli occupanti sono risultati essere di nazionalità straniera: kosovari, albanesi, indiani, nordafricani e ghanesi. Buona parte delle sanzioni è stata elevata per errori nella raccolta differenziata o per la mancata differenziazione dei rifiuti. In questo caso i multati sono tutti stranieri (tra l’altro le zone in cui è più significativo l’abbandono dei rifiuti: via Cesare Battisti, via San Fermo e il tratto centrale di Corso Bonomelli, sono quelle dove la locale ha eseguito i controlli).

Comments

comments

2 COMMENTS

  1. Se io in casa mia non differenzio non vedo che multa mi possa essere comminata. Mi potrà multare solo il vigile che mi trova a mettere l’immondizia nel cassonetto sbagliato!
    Ma forse a Rovato si vive in un altro mondo …

LEAVE A REPLY