Niente libretti sanitari per gli studenti, Girelli (Pd): mozione inutile, non c’è nesso tra immigrati e patologie

8

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato a maggioranza, con i voti di Lega, Lista Maroni, Forza Italia e Fratelli d’Italia (assente NCD) la mozione che invita la Regione a rafforzare la vigilanza sanitaria nei luoghi di comunità, come la scuola. Il testo, che originariamente prevedeva la reintroduzione del libretto sanitario per gli studenti e che legava la diffusione di alcune patologie, come l’Aids, la meningite e la tubercolosi, alla presenza di stranieri in territorio lombardo, è stata pesantemente emendata su richiesta dell’assessore alla salute Mario Mantovani: è dunque scomparso il libretto sanitario, la cui introduzione era prevista già nel titolo della mozione, ed è stato sfumato, ma non cancellato, il riferimento ai flussi migratori.

Contrario il voto del Pd, come spiega il consigliere Gian Antonio Girelli: “Che la mozione della Lista Maroni sia inutile e superficiale non lo dice solo l’opposizione ma anche l’assessore Mantovani, che ha chiesto di cambiarla finanche nel titolo. Tuttavia non si può stare al gioco di chi agita paure per avere visibilità. È ovvio che implementare la prevenzione a livello scolastico è una necessità, e peraltro quando fu smantellata l’opposizione non era d’accordo, ma associare patologie del tutto diverse ai flussi migratori, peraltro in presenza di dati che lo smentiscono, è palesemente strumentale. Sarebbe davvero opportuno affrontare seriamente il problema della prevenzione e lo si potrebbe fare in commissione, ma certo occorre la volontà di risolvere i problemi senza fare propaganda”.

Comments

comments

8 COMMENTS

  1. Noooo come no….sarà un caso che con l’immigrazione sono ricomparse scabbia, tubercolosi e sifilide che erano scomparse da decenni in Italia? Ma perchè questi del pd invece di passare il tempo a difendere gli immigrati non si trovano un lavoro vero?

  2. Purtroppo la miseria e l’incuria personale fanno sì che tanti immigrati accolti a braccia aperte dai "cari compagni" e dal governo del caro sig. Renzie siano portatori , oltre che di malattie da noi scomparse da decenni, anche di infestazioni di insetti. Mai sentito parlare delle cimici del letto o della blattella germanica???Provate a farvi un giretto nelle case dei "fratelli migranti"….Una persona può essere anche povera, ma nella sua povertà vive dignitosamente, tenendo curata la casa e la sua persona….

  3. Ci sono invece molti nessi tra l’inquinamento dell’aria, dei terreni e delle acque bresciane,
    inquinat e da bresciani, e tante patologie. Ma il bello, meglio, il brutto deve ancora arrivare.

  4. I casi di pidocchi e scabbia nelle scuole con molti bambini immigrati sono all\’ordine del giorno….ma continuiamo così, facciamo finta di niente per buonismo, finchè magari qualche figlio di qualche prezzo grosso della sinistra si prenderà un brutto virus….

  5. Purtroppo chi fa le leggi non é costretto a lavorare tutti i giorni con immigrati che spesso si lavano poco, a cui si deve continuamente consigliare di fare controlli dai medici, senza essere ascoltato, perché sulla pelle hanno spesso strane infezioni e eruzioni…

  6. Ma rob 59 te passi il tempo a girare per le camere degli immigrati a cercare le blatte? Devi avere qualche problema te sei malato altro che le malattie dei fratelli migranti. Che stato!!!

  7. certo che il pd nn riesce mai a mettersi d’accordo con se stesso.a lampedusa irrorano gli immigrati manco fossero piante di vite ed in lombardia dicono che gli stessi non son portatori di patologie……….. ……….scherzi a parte,pur non essendo colpa degli stessi,ma visto le loro situazioni di partenza,non si puo’ escludere aprioristicamente che non portino malattie.bisognerebb e fare come succedeva ai nostri dei seri controlli prima di permettere loro di accedere al territorio italiano

LEAVE A REPLY