Ubi Banca lancia un nuovo social bond per il progetto “Contaminazione” della Caritas

0
La sede di Ubi Banca a Brescia
La sede di Ubi Banca a Brescia

Ubi Banca ha annunciato l’emissione del prestito obbligazionario solidale (Social Bond) “UBI Comunità per Caritas Delegazione Lombardia”, per un ammontare complessivo di 20 milioni di euro, i cui proventi saranno in parte devoluti a titolo di liberalità alla Fondazione Opera Caritas San Martino che in qualità di soggetto gestore utilizzerà il contributo per la realizzazione del progetto regionale “Contaminazione – Anno di Volontariato Sociale” promosso e realizzato dalla Delegazione Caritas Regione Lombardia.

Il progetto sostenuto da UBI Banca permetterà di offrire a 150 giovani dai 18 ai 30 anni la possibilità di trascorrere un anno all’interno di un servizio educativo assistenziale, e realizzare al contempo un percorso formativo che consenta loro di operare, all’interno della rete delle Caritas lombarde, a favore di persone in difficoltà, quali per esempio tossicodipendenti, carcerati, senza fissa dimora, minori a rischio, ragazze madri, anziani non autosufficienti, disabili.

Le obbligazioni UBI Comunità per Caritas Delegazione Lombardia, emesse da UBI Banca, hanno taglio minimo di sottoscrizione pari a 1.000 euro, durata 2 anni, cedola semestrale, tasso annuo lordo pari all’1,90% e possono essere sottoscritte dal 14 aprile al 30 maggio 2014, salvo chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta. Le obbligazioni non sono destinate alla quotazione in nessun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione: saranno negoziate dai collocatori in contropartita diretta nell’ambito del servizio di negoziazione per conto proprio.

Il tasso di remunerazione del Social Bond è allineato al rendimento di analoghe obbligazioni emesse da UBI Banca e dei Titoli di Stato di pari durata. È possibile sostenere la Fondazione Opera Caritas San Martino anche direttamente, effettuando una donazione mediante un bonifico bancario sul conto corrente della fondazione l’IBAN IT66A0350011205000000037369, oppure attraverso l’Internet Banking Qui UBI (funzione “Bonifici solidarietà”).

“Il progetto Contaminazione – Anno di Volontariato Sociale valorizza la voglia dei giovani di esserci, di partecipare, di contare, offrendo loro l’opportunità di vivere un’esperienza significativa di servizio” – ha affermato Don Claudio Visconti, Delegato Caritas Regione Lombardia – “Come Caritas siamo sempre più convinti della necessità di promuovere sul territorio stili di vita sempre più tesi alla vicinanza, alla gratuità e al riconoscimento dell’altro come valore in se stesso, a prescindere dalla sua condizione sociale”.

“La capacità dimostrata da Caritas di organizzare interventi qualificati per rispondere ai bisogni dei più deboli è tra le principali motivazioni che ci hanno portato a sostenere il progetto”, afferma Rossella Leidi, Vice Direttore Generale di UBI Banca. “Rivolgendosi ai giovani, con un percorso formativo, Caritas attua inoltre un’azione capace di incidere sulle comunità di riferimento anche nel lungo periodo, realizzando una politica coerente con il sostegno al terzo settore perseguito da UBI Comunità”.

L’introduzione dei Social Bond in Italia rientra nella strategia commerciale del Gruppo UBI Banca di sostegno al Terzo Settore attraverso UBI Comunità: una piattaforma di servizi e strumenti dedicati, inter alia, a organizzazioni non profit e istituzioni religiose. UBI Comunità è un innovativo modello di servizio che si propone di offrire risposte tempestive ed efficaci alle esigenze del non profit attraverso prodotti appositamente pensati per dare sostegno bancario e creditizio per la gestione quotidiana dell’attività, la progettualità e gli investimenti.

Da aprile 2012 a oggi il Gruppo UBI Banca ha emesso 46 Social Bond UBI Comunità, per un controvalore complessivo di oltre 477 milioni di euro, che hanno reso possibile la devoluzione di contributi a titolo di liberalità per oltre 2,38 milioni di euro volti a sostenere iniziative di interesse sociale.

Comments

comments

LEAVE A REPLY