Trivellazione Bassa Bresciana, Cominelli (Pd): “Applicare il principio di precauzione in tutta Italia”

0
Bsnews whatsapp

“A seguito dello studio Ichese, predisposto dopo il Sisma del 2012 in Emilia Romagna, non è stata del tutto esclusa la possibilità che il terremoto possa essere stato causato dalle attività di estrazione di idrocarburi nella Pianura Padana. Un fatto gravissimo, che interessa da vicino anche il nostro territorio, oggetto di ulteriori autorizzazioni per la coltivazione di idrocarburi nella Bassa Bresciana. Per questa ragione oggi insieme ai colleghi della Commissione Ambiente della Camera ho sottoscritto un’interrogazione parlamentare che vede come prima firmataria la collega Stella Bianchi al Ministro dello Sviluppo Economico per chiedere un intervento del Governo su una questione tanto importanza per la sicurezza di migliaia di cittadini”, lo afferma la parlamentare del PD Miriam Cominelli, membro della commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera.

“Nell’interrrogazione”, prosegue Cominelli, “si chiede al Ministro in primo luogo quali sono le ragioni che hanno impedito la pubblicazione e la diffusione del rapporto della Commissione Ichese e se il ministro in indirizzo sia in grado di fornire un programma dettagliato sull’avanzamento dei lavori del gruppo di lavoro istituito presso il Cirm. Inoltre se intenda disporre, secondo il principio di precauzione, oltre alla prevista sospensione in tutta la regione Emilia Romagna di qualsiasi nuova attività di ricerca e coltivazione, anche la sospensione delle attività di prospezione basate su rilievi geologici, geofisici e geochimici, eseguiti con qualunque metodo o mezzo, e ogni altra operazione volta al rinvenimento di giacimenti di idrocarburi e se non intenda estendere tale divieto all’intero territorio nazionale dal momento che tutta la penisola italiana è sottoposta ad elevato rischi sismico in attesa della conclusione  dei lavori del gruppo istituito presso il Cirm. Infine cosa intende fare per assicurare che l’attività di ricerca e coltivazione di idrocarburi in terraferma e nel mare venga svolta nel più rigoroso rispetto dei principi di precauzione e di sicurezza per l’ambiente e per i cittadini basato anche su un rigoroso monitoraggio del rischio sismico nelle zone interessate dai progetti di ricerca”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI