Tav: due anni di lavori, poi in treno da Brescia a Milano in 31 minuti

0
Bsnews whatsapp

Un viadotto di ben 74 metri sopra il Mella, un altro da 35 metri per scavalcare la tangenziale Ovest, i tre ponti du via Dalmazia, via Corsica e via Zima. E poi i cantieri per la realizzazione dei due nuovi binari a fianco di quelli già esistenti, per separare completamente le linee regionali da quelle a lunga percorrenza e alta velocità. E’ stato presentato ieri presso il Museo di Santa Giulia il massiccio intervento per la realizzazione della Tav tra Milano e Brescia.

Organizzata da Ferrovie dello Stato e dal Comune di Brescia, la presentazione pubblica è stata pesantemente criticata dagli attivisti No Tav in quanto ritenuta "falsamente pubblica". E’ capitato infatti che una decina di persone sia stata tenuta fuori dall’auditorium, ufficiosamente per evitare problemi di ordine pubblico, anche se gli attivisti pare non avessero altro scopo se non quello di ascoltare. Grazie all’intervento e alla garanzia offerta da Laura Gamba del Movimento 5 Stelle, un paio di loro ha potuto assistere all’incontro, gli altri se ne sono rimasti all’esterno, osservati a vista dalle numerose forze dell’ordine presenti.

I cantieri in città verranno aperti fra meno di un mese, alla metà di maggio, nella zona ovest. Termine dei lavori entro la fine del 2016. Costo complessivo dell’opera: oltre 2 miliardi di euro. Il tempo di percorrenza della tratta passerà da 46 a 31 minuti. L’assessore Federico Manzoni, intervenuto al pari del sindaco, si è augurato che alla fine dei lavori l’infrastruttura serva realmente a migliorare la vita dei tanti pendolari, sperando al contempo che Trenitalia abbia un occhio di riguardo alle tariffe.
(a.c.)

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI