Metro: controllore preso a bastonate per aver difeso una ragazza

27

“Sono stati i dieci secondi più brutti della mia vita”. Queste le parole di Vincenzo Niro, 30enne dipendente di Metro Brescia, agente di liea, dopo che venerdì sera intorno a mezzanotte ha subito un’aggressione, a suon di pugni e bastonate, da parte di un gruppo di giovani ubriachi. Il motivo? Aver cercato di difendere una ragazza presa di mira dal branco.

E’ successo nella stazione metropolitana di Casazza, dopo l’intervento richiesto dalla centrale. Vincenzo è stato trasportato in ospedale dove è rimasto per un giorno e mezzo in osservazione a causa del trauma cranico riportato in seguito all’aggressione.

Comments

comments

27 COMMENTS

  1. Gli aggressori pare che siano rumeni. E allora? Io ho due amici rumeni e sono due bravissime persone. Solidarietà a Vincenzo.

  2. Un mese a pane e acqua ….. dimagriscono,si disintossicano e tanto per essere pari un paio di bastonate ( anche se sono italiani )

  3. hai ragione Cobretti da quando hanno buttato giu il muro x noi italiani sono stati guai ,perchè non li impiccano tutti ste zingari

  4. visto che abbiamo gia le nostre di mele nn ci servono i fondi di galera degli altri paesi,poi fino quando nn tocca a te son tutti bravi.basta con la storia di nessuno tocchi caino intanto abele le becca sempre!!!!!

  5. Siamo l’unico paese in europa in cui è vietato dire che questi sono una disgrazia….non ho letto i commenti,il coccolaimmigrati si è gia fatto vivo?

  6. eccoti coccolaimmigrati ti aspettavamo……del resto te hai un amico rumeno, uno marocco, uno congolese, uno eschimese…..tutti angioletti ovviamente.

  7. I miei amici sono certo migliori di te che sei un razzista. Ma quand’é che si applica la legge che vieta l’istigazione all’odio razziale? Qui c’é chi scrive tranquillamente che i rumeni sono da ammazzare e incita all’odio verso gli stranieri. É un reato grave. Non c’é qualche magistrato che legge ?

  8. il punto, scusate, è che una persona incaricata di far rispettare le regole viene picchiata. Il punto è che i poliziotti i carabinieri vengono mandati in ospedale da civili creature che devastano, incendiano auto, cassonetti negozzi. Forze dell’ordine condannate se reagiscono, ma nessuno viene mai chiamato a risarcire a pagare per i danni e le devastazioni. Come è possibile tutto ciò. Sembra quasi che sia legittimo devastare in corteo, allo stadio. Questo è quello che la cronaca ci trasmette, quello che traspare dai fatti. Il punto non è se sono Rumeni, il punto è che sono delinquenti. Come tali vanni puniti, non applauditi, commiserati o difesi, "Poverini".

  9. Chi commette questi reati deve essere punito sia italiano che straniero….con la palla al piede gli si fa pulire tutta la metro da un capolinea all’altro per sei mesi!!! Siamo in un paese dove non c’è certezza della pena….i delinquenti di altri paesi (in Romania hanno svuotato le carceri)
    girano nelle nostre città permettendosi ogni tipo di reato e nessuno fa niente…..povera Italia!!!

  10. Credo che il razzismo non c’ entri nulla,il problema esiste e non possiamo nasconderci dietro il buonismo.
    Sono di sinistra,quindi dovrei dire che gli immigrati hanno bisogno del nostro aiuto ecc.ecc.
    In realta’ se leggiamo le cronache,i siti di polizia e carabinieri ci si accorge che la maggior parte di extracomunitari e non delinquono,abbiamo gli albanesi che sono i padroni del mercato della droga,i sudanesi che gestiscono la prostituzione,le mini-gang che derubano i ragazzini,negozi,par cheggi,monumenti presidiati da questi disperati.
    Certo anche imiei figli mi dicono che non tutti gli extracomunitari rubano o spacciano,ma se la popolazione carceraria e’ conposta per il 40% di extracomunitati significa che vi sono migliaia di
    delinquenti potenziali in giro per il Paese.
    Quando vivi in un paesino e sai che i alcuni tuoi paesani vivono nell’ indigenza perche’ senza lavoro e poi ti trovi questi baldi giovani africani che vivono di elemosina e vanno a cambiare i soldi presi dai benpensanti io mi arrabbio.
    I nostri non vanno davanti alle fornerie o altri posti perche’ hanno dignita’.
    Credo sia giunto il momento di porre fine a queste violenze quotidiane,e vi ripeto non sono ne’ nazista
    ne razzista,solo solo un cittadino che si e’ stancato di supire.

  11. Come sempre si tira in ballo la percentuale degli immigrati nella popolazione carceraria, senza mai andare a leggere correttamente i numeri.
    Qualcuno mi sa dire quanti sono quelli condannati in via definitiva e quanti in attesa di giudizio (sia italiani che stranieri)? qualcuno è andato a leggere in quanti sono quelli agli arresti domiciliari che quindi non rientrano nel conteggio della popolazione carceraria? E quanti sono quelli che, come Berlusconi, sono affidati ai servizi sociali? e i latitanti? Se vogliamo contare quanti sono i delinquenti, italiani o stranieri, dobbiamo contarli tutti, compresi quelli che sono in carcere perché non hanno fior fior di avvocati a difenderli! Infine, se vogliamo, possiamo anche adare a verificare per quale tipo di reato sono stati arrestati … e qui si apre una nuova luuuuuunga questione.

  12. Voglio vederci chiaro, mi sembra strano che dei rumeni si rendano protagonisti di una marachella, i rumeni che conosco io sono tutti premi nobel, tutti casa,lavoro e chiesa….io piuttosto indagherei il bastone, che sarà sicuramente razzista e costruito con legno padano e quindi leghista/razzista.In oltre invito tutti a votare pd fra 2 settimane.

  13. Fonte: Istat
    "Gli stranieri residenti in Italia al 1° gennaio 2013 sono 4.387.721, 334 mila in più rispetto all’anno precedente (+8,2%).
    Il calcolo della popolazione straniera residente è stato riavviato a partire dal censimento del 2011, sommando alla popolazione censita al 9 ottobre 2011 il movimento anagrafico del periodo 9 ottobre-31 dicembre 2011 e successivamente quello dell’anno 2012.
    La quota di cittadini stranieri sul totale dei residenti (italiani e stranieri) continua ad aumentare passando dal 6,8% del 1° gennaio 2012 al 7,4% del 1° gennaio 2013.
    A seguito del censimento della popolazione residente i Comuni hanno iniziato le operazioni di revisione delle anagrafi che hanno determinato un saldo, dovuto alle rettifiche, pari a +72.164 unità, corrispondente a oltre il 20% dell’incremento della popolazione straniera nel 2012. Le operazioni, che si concluderanno entro il 31 dicembre 2013, determineranno alla fine di quest’anno ulteriori variazioni.
    Il numero degli stranieri residenti nel corso del 2012 cresce soprattutto per effetto dell’immigrazione dall’estero (321 mila individui) ma, in parte, anche delle nascite di bambini stranieri (80 mila).
    I nati stranieri nel 2012 costituiscono il 15% del totale dei nati da residenti in Italia. Rispetto all’anno precedente, l’incremento delle nascite di bimbi stranieri è dell’1%, inferiore a quello riscontrato per il 2011 rispetto al 2010 (+1,3%).
    La distribuzione degli stranieri residenti sul territorio italiano si conferma non uniforme. L’86 % degli stranieri risiede nel Nord e nel Centro del Paese, il restante 14% nel Mezzogiorno. Gli incrementi maggiori nel corso del 2012 si manifestano tuttavia nel Sud (+12%) e nelle Isole (+10,9%)."

    Forse le prime domande da porci sono: stiamo governando il fenomeno immigrazione ? Lo abbiamo mai fatto seriamente ? Abbiamo adeguato in base alla complessità del fenomeno le leggi nazionali vigenti ? Come siamo "percepiti" all’estero, come paese in cui emigrare non con buone intenzioni, in tema di rispetto della legge, di rigore dei sistemi sanzionatori, di certezza della pena ? Ecco, forse è meglio riflettere un po’ di più su tutto quanto…

  14. Ci piacciono tantissimo quelle persone che si scandalizzano perchè qualche lettore "trascende" e diventa "violento" nei commenti.Siamo convinti che tra il "dire ed il fare c’è di mezzo il mare". Quelli che urlano, insultano etc NON passaranno mai (per fortuna…)alle vie di fatto. Il loro è uno sfogo.Volete denunciare anche le persone che si sfogano???E si, Voi , cari amici dei "fratelli migranti", siete disposti a tutto per edificare la società multirazziale.Anche accusando sempre chi non si adegua al Vostro pensiero di istigazione all’odio o di violenza….mentre quando la violenza è di altri li difendete a prescindere….

  15. Infatti il problema non è la violenza del linguaggio, ma l’ignoranza del messaggio. Vogliamo parlare del problema dell’immigrazione? Ok, ma se le argomentazioni sono quelle di Marion Cobretti & C. (per fare un esempio) oppure quelle del tizio che non capisce il sarcasmo di "Carlos il coccolaimmigrati" e da contro a giorgiob solo perchè dice di essere di sinistra (anche se poi nel post dice di essere stanco di questa situazione) credo sia normale scandalizzarsi. Ci sono poi utenti come stradivarius che argomentano le loro posizioni…ma per uno come lui ce ne sono 10 che con i loro sfoghi dimostrano solo ignoranza…non rabbia…anche io mi arrabbio, sono un esperto, ma non faccio sparate del genere…

  16. Un conto e’ argomentare dei ragionamenti con motivazioni anche poco "politically correct" su cui uno puo’ trovarsi o meno d’accordo. Altro conto e’ proporre e riproporre slogan di istigazione all’odio razziale. A forze di leggerli qualcuno poi ci crede davvero che esistano razze buone e razze cattive. Il problema di questi scienziati nazi-padani 2.0 e’ che non hanno mai messo il naso fuori dalla loro citta’ altrimenti imparerebbero che vivono di gretti e tribali pregiudizi. AUGH

  17. BLA BLA BLA BLA… TUTTE BELLE PAROLE,DETTATE DA UN PATETICO PERBENISMO!! PENSATE CHE IL PROBLEMA DELLA DELINQUENZA STRANIERA VENGA RISOLTA DALLE ISTITUZIONI? RIMARRA’ UN BEL SOGNO…E NEL FRATTEMPO CI SARANNO SEMPRE PIU VITTIME DI SOPRUSI,RAPINE STUPRI,OMICIDI STRADALI,ECC.. IL PROBLEMA,E’ CHE NOI ITALIANI DEL NORD,SIAMO UN POPOLO DI VIGLIACCHI E FIFONI E CERTA GENTAGLIA LO HA CAPITO E SE NE STA APPROFITTANDO. SE NON USIAMO LE MANIERE FORI SIAMO SPACCIATI!!!

LEAVE A REPLY