Tragedia di Cevo, sono 13 gli indagati per il crollo della croce di Job

0

Omicidio colposo. Questa la pesantissima accusa che da ieri è stata scritta nel registro degli indagati dal pubblico ministero Katy Bressanelli. A distanza di quasi tre settimane sono stati resi noti i nomi delle persone che saranno coinvolte nella ricerca dei motivi per i quali la statua del Redentore lo scorso 24 aprile è crollata, uccidendo il giovane Marco Gusmini.

Dopo che la Procura avrà nominato i periti si procederà con un nuovo sopralluogo sul luogo della tragedia. Sul posto ci saranno anche gli avvocati delle tredici persone coinvolte nel disastro: amministratori in carica ed ex amministratori, tecnici che seguirono il posizionamento della croce, tecnici incaricati della manutenzione e membri dell’associazione "Croce del Papa" che ha voluto l’installazione del monumento sull’Androla. Non c’è ancora una data per il sopralluogo, ma è certo che sarà fissata a breve in quanto i materiali, soprattutto il legno lamellare della croce, potrebbero deteriorarsi velocemente compromettendo gli esiti delle analisi di laboratorio. 
(a.c.)

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome