Bando a sostegno della non autosufficienza: a Brescia ci sono i soldi ma non i beneficiari

0

L’assenza di politiche e sostegni adeguati per le persone non autosufficienti è un grave problema che tocca la popolazione, soprattutto anziana, e che, ormai da anni, le organizzazioni sindacali dei pensionati denunciano con forza. Partendo da questo presupposto, lo scorso settembre, Cgil, Cisl e Uil e l’Assessorato alla famiglia della Regione Lombardia hanno siglato degli accordi con interventi di sostegno per le persone e le famiglie in condizione di fragilità.

La Regione ha tradotto i contenuti degli accordi in delibere a seguito delle quali, gran parte dei Comuni del territorio, ha emanato bandi per erogare fondi ai cittadini che, con determinati requisiti, ne hanno fatto richiesta. Il Comune di Brescia ha emesso il bando il 15 maggio (più tardi rispetto ai Comuni della provincia). Ad oggi l’Assessorato alle Politiche sociali informa che sono pervenute poche richieste e che, pertanto, i fondi rischiano di non essere utilizzati. “Dato che il problema non autosufficienza tocca molte persone anziane in città che vivono gravi difficoltà, è opportuno che il bando sia ulteriormente pubblicizzato dal Comune – scrivono in una nota i rappresentanti delle sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil – Mentre continuiamo, con i nostri canali e nelle nostre sedi ad informare la popolazione di questa opportunità, come organizzazioni sindacali dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil, abbiamo scritto una lettera all’assessore Scalvini in cui chiediamo di diffondere maggiormente le informazioni e di posticipare la chiusura dei bandi per permettere ai cittadini di usufruirne”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY