Alle 18 la sfida Italia – Costarica: occhi puntati sui talenti “made in Brescia”

0

Andrà in scena questa sera la seconda partita dell’Italia impegnato sul fronte dei mondiali in Brasile. La sfida sarà in Costarica e la città, alle 18 in punto si fermerà per sognare un’altra vittoria. Gli "eroi" bresciani non mancheranno.  Dal Mister di Orzinuovi Prandelli, al SuperMario cittadino, a Pirlo sono tanti i concittadini protagonisti di questo mondiale.

"La Costa Rica ha davanti giocatori di qualità – ha dichiarato ieri in conferenza stampa Cesare Prandelli – e ci preoccupa. È un altro esame vero, contro una squadra che ha in testa un sistema di gioco applicato a a memoria. È una gara molto temibile, per noi sarà particolarmente difficile e ci sarà da soffrire".

E su Balotelli aggiunge: "Se rimane concentrato come ha fatto contro l’Inghilterra può arrivare ovunque, ma non deve cercare di risparmiarsi, di gestirsi: se non ha energie per tutta una gara, entra un altro ugualmente forte e fresco, perchè noi non abbiamo un’arma sola, ne abbiamo 23". SuperMario ha poi commentato: "Non mi interessa essere una star, voglio vincere il Mondiale. E perciò mi interessa l’Italia. Dopo il gol all’Inghilterra, vorrei farne tanti altri. E non mi interessa se può servire a vincere un Pallone d’oro: scambierei senza problemi le mie reti con una nazionale che arriva fino in fondo". La sfida potrà godere del ritorno di Gigi Buffon, che si è ripreso dopo l’infortunio in allenamento che lo aveva escluso dalla prima sfida. 

Comments

comments

LEAVE A REPLY