Inflazione a Brescia: a giugno prezzi in salita dello 0,2%. Frutta alle stelle

0

(m.t) A Brescia l’inflazione cresce dello 0.2%. La crescita si riferisce al mese di giugno del 2014 rispetto al precedente, mentre il tasso tendenziale rivela un aumento dello 0,3% rispetto allo stesso periodo del 2013.

A renderlo noto è il Servizio Statistica del Comune di Brescia rivelando i dati dell’indice dei prezzi al consumo per la città di Brescia. I numeri parlano chiaro: a Brescia nel mese di giugno i prezzi hanno subito un aumento per quanto riguarda beni e servizi, con relativa diminuzione del potere di acquisto da parte dei consumatori.

Significativo il dato che riguarda i generi alimentari, con l’aumento del prezzo della frutta (+8.9%), assieme a pane e cereali (+0,2%). Rimango invariati, invece, i prezzi di tutti gli altri prodotti alimentari.

Crescono anche i prezzi delle bevande alcoliche (+0.4%) per effetto della stagione estiva, così come dei trasporti: + 13.3% per quelli aerei e + 4.4% per i marittimi. Stessa situazione per i prezzi dei pacchetti vacanza, dei giornali e delle riviste e dei servizi ricreativi.

In controtendenza il costo dei prodotti farmaceutici (-0.6%) e dei cellulari (- 2.1%). Rimangono invariati i prezzi del comparto abbigliamento, calzature, arredamento e istruzione.

A prima vista la crescita dei prezzi e la conseguente diminuzione del potere d’acquisto potrebbe essere letta in modo negativo, ma è altrettanto vero che alla crescita dell’inflazione corrisponde, in genere, un aumento dei consumi e quindi un segnal positivo di ripresa dell’economia bresciana.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome