Circuito Bresciacup, ancora Michael Faglia: il terzo Mt. Regnogna è suo

0

Ancora lui, come un missile, deciso e determinato a staccare tutti e salire ancora una volta sul gradino più alto del podio. Dopo la speciale vittoria di Sellero con quella dedica all’amico Dario Benini oggi è stata ancora la volta di Michael Faglia (R.C. Corte Franca) che con un’azione devastante ha letteralmente sbaragliato la concorrenza nel corso del secondo dei tre giri previsti al 3º XC Mte. Regogna – 17º Mem. Francesco Borgognoni, quinta e penultima prova del Circuito Bresciacup 2014.

Oltre 150 i bikers iscritti alla manifestazione allestita dai ragazzi dell’MTB Italia che per questa importante edizione prevedeva l’assegnazione delle maglie da Campione Provinciale XC 2014 per tutte le categorie amatoriali, maschili e femminili. Il Monte Regogna, che dall’alto dei suoi 650 mt s.l.m. sovrasta la cittadina di Rezzato e l’intera pianura Padana, è stato il palcoscenico naturale di questa entusiasmante sfida caratterizzata da un tracciato di 7500 mt ricco di salite, single tracks e repentini cambi di ritmo. Una gara tecnica, dura, ma terribilmente divertente per chi ha il cross country nel sangue!

E su di un tracciato così Michael Faglia non si è fatto attendere. Dopo il via dato dal centro abitato di Rezzato, ed il primo tratto di lancio su asfalto, il gruppo si allunga inesorabilmente, guidato dai nomi da tutti attesi per la vittoria finale. Mentre Michael allunga alle sue spalle è il fratello minore Mattia ad uscire dal gruppo anche se seguito e controllato da vicino da Federico Rizza (Manuel Bike), Alessio Bongioni (Giangi’s Bike), Stefano Rizza (Boario ASD), Isaia Alghisi (AB Bike) ed Andrea Righetti (Bike Store Giomas).

In campo femminile è sfida tricolore tra le due campionesse italiane marathon con Lorena Zocca (Barbieri) decisa a non rischiare nulla contro una temibile Roberta Seneci (Rosola Bike) che a Rezzato corre praticamente in casa e sui passaggi più tecnici sembra più a suo agio. Gara tutta in salita invece per le altre pretendenti alla vittoria con Raffaella de Lorenzi (MDL) costretta ad una sosta forzata per riparare la catena, rotta nel corso del giro di lancio, mentre Sara Bodei è vittima di una foratura nel corso della prima tornata.

Ma come in una delle più spettacolari corse a tappe su strada, a cui và aggiunta tutta l’imprevedibilità e l’adrenalina che solo la mountain bike è in grado di offrire, sono le fasi dell’arrivo che animano la corsa e per certe aspetti ne riscrivono addirittura le sorti. Michael Faglia taglia vittorioso il traguardo fermando il cronometro sul tempo di 01:22:56 festeggiando così, dopo Sellero, la sua seconda vittoria consecutiva nella Cup bresciana. Ma quando al traguardo si volta per attendere l’arrivo del fratello Mattia ecco invece la sorpresa.

Con una splendida rimonta nelle fasi finale dell’ultima risalita sui trails del Mte. Regogna è invece Isaia Alghisi a conquistare la seconda posizione sul podio ed alle sue spalle infiamma la bagarre. Quando mancano pochi kilometri all’arrivo Mattia Faglia è tallonato da vicino da Enzo Gnani ma dietro di loro Bongioni, Federico e Stefano Rizza aprono la caccia al terzo posto. Tutto accade nell’ultima discesa, tremendamente tecnica, tragicamente selettiva. Mattia cade alle prese con un doppiaggio e lascia strada libera a Gnani che si aggiudica così la terza piazza. Un ritrovato Federico Rizza è quarto ed al traguardo precede proprio lo sfortunato Faglia, quinto. Sesta posizione per Alessio Bongioni che precede Michele Righetti, Stefano Rizza, Michele Catina e Daniele de Maron.

Lorana Zocca, con tranquillità, amministra il vantaggio accumulato nei lunghi tratti in salita per godersi la vittoria in campo femminile. Alle sue spalle la sempre sorridente Roberta Seneci mentre con una splendida tenacia Raffaella de Lorenzi chiude sul terzo gradino del podio nonostante l’inconveniente meccanico. Nelle altre categorie Davide Lombardi (MTB Italia) vince tra i Master 3, Marco Gilberti (Rosola Bike) tra i Master 4, Natale Bettineschi (Boario AS) tra i Master 5 e Tiziano Stefana (Stefana Bike) tra i Master 6+.

 

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY