Donna marocchina se ne va di casa: picchiata e sequestrata da marito e fratello

0

Viveva col marito a Carpenedolo, ma poi non ce l’ha fatta più ed ha deciso di lasciarlo, trasferendosi al Sud Italia per rifarsi una vita, dove aveva anche trovato lavoro come promoter commerciale. La sua famiglia musulmana però non lo accetta e così i suoi parenti si organizzano, la raggiungono e la rapiscono per riportarla a casa. La vittima è una giovane donna marocchina di 26 anni e per questo sequestro sono finiti in manette, fermati dai carabinieri di Pompei, suo marito e suo fratello. Li hanno scoperti, scrive il Giornale di Brescia, un maresciallo dei Carabinieri e un agente di Polizia che, fuori servizio, hanno sentito al centro commerciale «La Cartiera» la donna gridare mentre veniva trascinata nel parcheggio per costringerla a salire in auto per tornare a Carpenedolo.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Un’altra donna uccisa brutalmente dal suo uomo: è successo a Pietra Ligure, in provincia di Savona; Il delitto di Carlo Lissi, che ha confessato di aver ucciso la moglie e di due figli di 5 anni e venti mesi a Motta Visconti (Milano), simulando poi una rapina; a Collegno, in provincia di Torino. L’ultimo giorno del 2013 Daniele Garattini, 57 anni, ha esploso sei colpi di pistola contro la moglie Letizia Maggio, 54 anni, la suocera Daria Maccari, 84 anni; il 12 dicembre 2012, la 42enne Beatrice Ballerini, viene trovata morta in un casolare di Nievole, non lontano da Montecatini Terme (Pistoia). A commettere l’omicidio, stringendo il braccio al collo e soffocandola, l’ex marito Massimo Parlanti; ecc…; che facciamo li espelliamo?

  2. Non sono il commentatore bastaaa… Concordo con te sul fatto che questi delitti non si possano imputare ai soli immigrati, però la tua provocazione a mio avviso è molto interessante. Se l’ordinamento lo consentisse io proporrei per questi omicidi una bella colonia penale in Somalia a spaccare pietre, per italiani o immigrati che siano.

  3. E la giovane extracomunitaria Marillia uccisa dal padano Grigoletto? A che cultura appartieni il Grigoletto? La violenza é sempre violenza: viva la libertà di tutte le donne !!

  4. Nonostante tutto, per fortuna che questa donna é emigrata in Italia, dove ha qualche speranza di farcela. Difendiamola.

  5. MAschi violenti che ritengono le donne una proprietà. Non c’entra proprio nulla la religione. Anche gli stolking nostrani si scagliano contro le donne perché non accettano le separazioni, ovvero che le donne decidano con la loro testa, come soggetti e non oggetti.

LEAVE A REPLY