Alla Maugeri di Lumezzane taglio indiscriminato del 15% dello stipendio: lavoratori in agitazione

0

160 posti letto, 250 dipendenti complessivi: per ognuno di loro lo stipendio subirà una decurtazione di circa il 15%, e il contratto nazionale pubblico sarà sostitutito da quello privato. I lavoratori della clinica Maugeri di Lumezzane sono in agitazione da oggi, quando alle ore 14 i presidi sindacali hanno convocato un’assemblea per illustrare ciò che sta accadendo e al contempo stabilire le modalità di protesta.

La decisione della decurtazione degli stipendi è stata stabilita in maniera unilaterale, senza preventivamente avvisare i dipendenti (che hanno ricevuto una comunicazione solo lo scorso 3 luglio) ed è valida per tutte le strutture del gruppo Fondazione Salvatore Maugeri che a livello nazionale impiega 3.500 persone. Il motivo che ha spinto i vertici della struttura, che ha sede a Pavia, sono legati alla perdita di esercizio di oltre 15 milioni di euro del 2013 che si unisce alla diminuzione complessiva del fatturato, fermo a 300 milioni di euro (15 in meno rispetto al 2012). Secondo i sindacati il provvedimento che peserà sulle spalle dei lavoratori non avrà significative ricadute sul bilancio del gruppo, colpito duramente invece dalle vicende giudiziarie che hanno coinvolto i vecchi vertici aziendali e sono terminate con un concordato da 17 milioni di euro con la Procura di Milano oltre alla cessione di immobili per un valore complessivo di altri 16 milioni. 

Seppure al momento i posti di lavoro pare non siano in pericolo, la decisione dell’azienda certo non farà dormire sonni tranquilli ai dipendenti, indignati al pari dei sindacati per il provvedimento.
(a.c.)

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY