Brebemi, apre oggi la nuova autostrada Brescia-Milano

0

Dopo 5 anni di lavori e 18 anni d’attesa, oggi è il grande giorno dell’inaugurazione della nuova tratta autostradale Brebemi e della sua apertura ufficiale. Ribattezzata A35, l’autostrada che misura 62,1 chilometri di lunghezza, si stima vedrà viaggiare 35mila veicoli al giorno (le stime iniziali parlavano di 70mila), cosa che dovrebbe alleggerire notevolmente il sempre congestionato traffico dell’A4.

L’autostrada toglierà circa 30 chilometri alla percorrenza tra Brescia e Milano grazie al passaggio attraverso la Bassa Bresciana. Il tracciato attraversa 43 comuni lombardi e cinque province, per un totale di 1,6 miliardi di euro, pari a 25,8 milioni di euro al chilometro, il doppio rispetto alle previsioni iniziali.

Al taglio del nastro, in programma per questa mattina – mercoledì 23 luglio – al centro di manutenzione e controllo di Fara Olivana, erano presenti il premier Matteo Renzi che per l’occasione ha posticipato una riunione del consiglio dei Ministri, e sarà accompagnato dal ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi e il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina.

"Oggi per la Lombardia è una giornata importante, l’autostrada che inauguriamo è un’opera di eccellenza, realizzata nel rispetto dell’ambiente, delle esigenze del territorio e rispettando i tempi previsti. Un’opera realizzata con soldi privati, senza contributo del Pubblico. Spero davvero che si possa continuare su questa strada", ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni al suo arrivo alla cerimonia di apertura al traffico della nuova autostrada A35 Brebemi. 

 

Prendendo la parola durante la cerimonia di inaugurazione della nuova autostrada Brebemi, il premier Matteo Renzi non si è lasciato sfuggire l’opportunità di elencare i prossimi impegni del suo governo e di chiarire che “L’Italia ha tutte le condizioni per uscire da questo momento di difficoltà però deve avere il coraggio di dire che la risposta l’abbiamo noi, poi possiamo andare in Europa a trattare il patto di stabilita”. Sui programmi futuri, invece, Matteo Renzi ha annunciato: “ Da settembre siamo in grado di mettere in atto una grande operazione sulle infrastrutture che, solo rimuovendo gli ostacoli che ci sono, può mettere in campo 43 miliardi di euro. Non penso solo alle strade, ma anche all’energia, all’eolico e ai termovalorizzatori – e poi l’affondo ironico – Il 31 luglio ci sara’ la procedura di ascolto, e in agosto lavoreremo. Lavoreranno in tanti. Lavoreranno i senatori”.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ahhhh grande giornata domani per il BETTONI ! Certo mi chiedo sempre come farà ad essere onnipresente con i suo 32 INCARICHI in tutti i luoghi e cda che contano ….. (e 32 incarichi sono solo quelli ufficiali) !!! Forse sarebbe bello vederci chiaro in questi 32 incarichi …..

  2. Si è costretti a selezionare "mi piace" per leggere tutto dell’ articolo. non mi pare una buona pratica anche se, x certo, avrete molti "like". Bah! prima e ultima visita su questo sito.

  3. Si è costretti a selezionare "mi piace" per leggere tutto dell’ articolo. non mi pare una buona pratica anche se, x certo, avrete molti "like". Bah! prima e ultima visita su questo sito.

  4. Si è costretti a selezionare "mi piace" per leggere tutto dell\’ articolo. non mi pare una buona pratica anche se, x certo, avrete molti "like". Bah! prima e ultima visita su questo sito.

  5. Buongiorno, segnaliamo al lettore AAA che non è obbligatorio fare "Mi piace" prima di entrare nel sito e basta cliccare sulla X per chiudere la finestrella. Con alcuni browser stiamo riscontrando problemi tecnici a chiudere (per intero o parzialmente) la finestrella. Ma stiamo lavorando per risolvere il problema tecnico. Grazie. Lo staff di Bsnews

  6. km diviso costi= 16.000.000,00 ? al chilometro.
    ma siamo fuori!
    16.000,00 ? al metro!
    e poi 15 centesimi al chilometro…
    no no non ci siamo proprio!
    poi vedo le inaugurazioni e i politici idolatrati… povera Italia

  7. Un popolo che vota renzino al 41% si merita questi politici. Parliamo di un personaggio che da sindaco è stato condannato per danno erariale per milioni di euro (con i magistrati che hanno chiuso tutti gli occhi), ha portato le tasse e le multe a livelli folli e tutti ad applaudire!! Ma siamo matti!!!!

  8. ma perche la chiamano brescia milano se inizia a chiari e finisce circa a melzo? e il resto e tangenziale. 62km a 10,50e conviene solo ai camion della bassa bergamasca,non certo alle auto,con la a4 se ne fanno circa 87 a 6,70e (sono quasi 30 km in piu e costa meno)…si risparmia strada direte?? ma se da bs a chiari sono circa 25km e poi una volta a milano bisogna fare il giro delle tengenziali (ammettiamo per comodita di voler arrivare in centro),si risparmia tempo? boh,se qualcuno conosce come sono le tangenziali milanesi all-ora di punta (ferme) forse non poi cosi tanto.Ecco dove sta la fregatura,i proclami dei politicanti sono sempre ridicoli.

  9. Capisco le tue perplessità perlatro in parte condivise. Ti segnalo però che a Chiari parte solo il pagamento, da Brescia (precisamente da Roncadelle) c’è tutto il primo tratto che semplicemente non è a pagamento, ma c’è. Arrivati a Milano hai (avete) ragione, senza la TEEM verso Melegnano è un gran casino, butti via il vantaggio temporale guadagnato con la direttissima. Quando sarà terminato il tratto Melzo-Melegnano (quello veramente importante) la A35 sarà la via sicuramente molto più conveniente per chi lavora nella zona Sud o Ovest di Milano, o chi deve andare a Malpensa/Novara e non ha alcuna voglia di farsi coda continua da Agrate fino a Pero. Manca quel pezzetto, quando sarà pronto costerà di più ma impiegherai nettamente meno tempo per recarti in quelle zona di Milano (Bisceglie/Assago/Ro zzano/Rho sono forse le zone con maggior traffico di pendolari).

LEAVE A REPLY