Lonato, serata in discoteca finita male: giovane russo col cranio sfondato da un cric

17
Bsnews whatsapp

La serata era praticamente finita, la musica stava per terminare ma due gruppi di ragazzi hanno trovato il tempo di scontrarsi, trasformando una domenica di tarda estate in una tragedia, il cui finale è ancora da scrivere: un giovane russo si trova ricoverato in progoni riservata presso l’ospedale di Verona dove è stato trasferito dopo il primo ricovero in ospedale a Desenzano.

Il fatto è accaduto intorno alle 4 della notte tra domenica e lunedì in un noto locale tra Lonato del Garda e Desenzano. Stando alla prima ricostruzione, riportata stamane sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi, il giovane, di età intorno ai vent’anni, fa parte di un gruppo di ciclisti russi sul Garda per una vacanza-allenamento. Ignote le cause che hanno portato allo scontro del gruppo con alcuni ragazzi italiani, uno dei quali durante la rissa è uscito dal locale per rientrarvi poco dopo armato di cric dell’auto con il quale ha violentemente colpito la testa del russo. 

Gravissime le lesioni riportate dal ciclista ventenne: frattura cranica e pericolosa emorragia cerebrale che ha reso necessario il trasferimento dall’ospedale di Desenzano a quello, più attrezzato, di Verona. Il tutto mentre dell’aggressore non si aveva traccia essendo fuggito dal locale senza farsi vedere.
(a.c.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

17 COMMENTI

  1. Dove sono i razzisti? Se le nazionalità fossero invertite, vi immaginate i latrati delle iene? Siccome invece i bastardi sono italiani e la vittima straniera, tacciono. Come se la gravità di un fatto come questo fosse diversa a seconda della nazionalità dei protagonisti.

  2. è riesumato bresciano……quell o che ravviva sempre le discussioni con le sue massime da circo equestre…..e bravo bresciano, anche oggi hai parlato…a vanvera , visto che nessuno la mette in politica come sempre fai, anche e sopratutto dove il razzismo che ci vedi ovunque è soltanto l’aria dei tuoi polmoni…….
    spar isci !

  3. Spero che questi episodi si ripetano quotidianamente, non sono un violento e nemmeno un estremista, ma ormai con sta gente urge utilizzare maniere forti!!!! D’altra parte gli ospiti si devono comportare da tali…..questi invece ci hanno messo i piedi in testa ormai da tempo e nessuno fa nulla…. ONORE AL VIOLENTO

  4. Caro multiplo di dieci non sono un violento ma spero che un bel giorno magari inciampi e sbatti la testa per terra. Hai visto mai che magari ritorni normale ed il cervello cominci ad usarlo anche tu. Naturalmente una mano di botte in testa data come si deve potrebbe sortire lo stesso effetto ma ripeto, non sono un violento, spero proprio che tu cada da solo.

RISPONDI