Raccolta rifiuti porta a porta, a Manerbio le firme contro sono già 3mila

0

A Rovato c’è da anni, a Brescia ci si sta ragionando, a Manerbio la polemica è accesissima. Si tratta dell’ipotesi di introdurre la raccolta porta a porta dei rifiuti, che ha scatenato un vero e proprio putiferio nel comune bassaiolo. Sono ben 3mila, infatti, le firme contro la raccolta a domicilio della spazzatura, attivata dal consigliere di minoranza Alberto Zucchi a giugno. Una bella grana per il sindaco Alberto Alghisi, eletto con 2.164 voti. Meno delle firme. I promotori della raccolta, infatti, fanno già sapere che se il sindaco non li ascolterà (e la giunta sembra determinata a continuare sulla sua strada) proporranno un referendum.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Non era meglio quando si andava QUANDO SI VOLEVA, a buttare i rifiuti differenziati ? Perché devo tenere le bottiglie plastica ecc una settimana in casa aspettando che passino loro ? E poi due passi di camminata fanno solo bene !!abito a Leno e c'è la raccolta porta a porta e il conferimento con la tessera e la trovo una c*** a assurda

  2. io abito a Gussago e il porta a porta fa schifo , devi tenere l’umido in casa 3 o 4 giorni e a noi contribuenti costa ancora piu’ del vecchio sistema , comunque meta’ della popolazione lo porta nei cassonetti di Cellatica o Brescia quindi il comune di Gussago smaltisce meno rifiuti guadagnando il doppio , il motivo del porta a porta a cui ci hanno obbligato i comuni e’ solo una questione di denaro , l’ambiente e’ solo una scusa.

  3. Pensate allo spreco di carburante a dover girare TUTTE LE VIE del paese per raccogliere i rifiuti. Invece prima c'erano punti prestabiliti dove ritirare presso i cassonetti !!

  4. Io invece risparmio carburante x' prima x andare al cassonetto dovevo usare la macchina adesso invece vengono a prenderlo a casa ….. quindi?

  5. la macchina poer andare al cassonetto?? ma lassela le..
    i rifiuti li portate tutti qui a brescia quando andate al lavoro ..
    ho un cassonetto qui fuori che alle 8 è gia pieno!!!

  6. A Pavone Mella invece abbiamo ancora i cassonetti perchè il precedente Sindaco si è sempre e giustamente opposto a questa moda verde, e paghiamo i rifiuti molto meno dei comuni limitrofi. Quando sento cosa pagano le miei sorelle e mio cognato che ha un’aziendina artigianale, mi vengono i brividi

  7. Le avete lette bene le bollette? Vi siete accorti come è variata l’addizionale provinciale?
    Nel 2011 era l’1%.
    Nel 2012 è stata quintuplicata al 5%!!
    Nel 2013, dopo le proteste dei Comuni l’hanno abbassata al 3.8% (quasi il quadruplo del 2011!)
    Nel 2014 al 3.3%.
    A questi lamentosi dei costi suggerirei di chiedere alla Provincia a guida Molgora perchè per coprire i suoi debiti ha imposto delle addizionali come quelle sopra riportate che vanificano lo sconto alle utenze che le gare indette dai vari comuni avevano prodotto per i loro concittadini.
    A mvb che è di Pavone Mella direi di chiedere alla sua sindaca, visto che è stata nella giunta provinciale che quelle addizionali sopra riportate ha imposto.
    E a tutti suggerirei di informarsi prima di scrivere castronerie.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome