Bordonali sui profughi: la Lombardia ha già dato

0

"Sono d’accordo con il prefetto Tronca, quando dice che stiamo assistendo a un fenomeno migratorio epocale, senza precedenti, e che la Lombardia ha gestito con difficoltà l’accoglienza a causa della carenza di strutture e di risorse. Per questo non comprendo minimamente l’apertura ad accogliere ulteriori arrivi sul nostro territorio". Queste le parole dell’assessore con delega all’Immigrazione della Regione Lombardia Simona Bordonali.

PRIMA I DISOCCUPATI LOMBARDI – "La Lombardia ha già dato – aggiunge Bordonali – e dobbiamo pensare a destinare le poche risorse disponibili per risolvere la questione lavorativa dei disoccupati lombardi e degli stranieri regolari, prima di aprire le porte a una nuova ondata migratoria". "Vista la carenza di strutture idonee a ospitare altre persone e considerata la disponibilità e la solerzia che ogni giorno i prefetti dimostrano nei confronti del fenomeno migratorio – prosegue l’assessore – sarebbe opportuno che si riservassero gli spazi delle Prefetture all’accoglienza di presunti profughi e clandestini".

MAGGIORE COERENZA – "È quasi paradossale il richiamo alla compattezza istituzionale da parte dei prefetti – conclude la titolare regionale dell’Immigrazione -, quando poi agiscono e rilasciano dichiarazioni che vanno nella direzione opposta rispetto a quanto più volte espresso da sindaci e rappresentanti degli Enti locali". (Ln)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Brava Simona, la Lombardia ha già dato e sopportato abbastanza, se li tengano nelle prefetture almeno possono controllare quello che combinano (casini come al solito).

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome