Approvata mozione Lega su embargo russo, Rolfi: “Per la Lombardia la federazione Russa continuerà ad essere partner strategico”

0

“Siamo soddisfatti per la scelta di approvare questa mozione presentata dalla Lega Nord e riguardante le preoccupanti conseguenze che l’embargo russo sta avendo sull’economia lombarda.” Così Fabio Rolfi, vice capogruppo del Carroccio commendando l’approvazione odierna da parte del Consiglio regionale della mozione sull’embargo russo. “Stando ai numeri forniti dalla Camera di commercio di Milano, l’export lombardo dei soli prodotti ortofrutticoli e caseari in Russia, vale circa 123 milioni di euro. A questa cifra va sommata quella del settore tessile e il calzaturiero, dove per ora l’embargo riguarda soltanto gli acquisti effettuali direttamente dallo stato della Federazione russa, ma che, considerata l’escalation di questi giorni, non è escluso venga esteso anche alle transazioni private. Appare chiaro a tutti – prosegue l’esponente della Lega Nord – come la situazione si sia fatta preoccupante e grave ed è altrettanto evidente come le misure poste in essere dall’Ue siano totalmente inadeguata a riparare gli enormi danni subiti in particolare alla Lombardia.”

“Il rischio è di perdere quanto costruito in questi anni di duro lavoro con il mercato russo, comprese aziende produttrici delle eccellenze lombarde, quelle certamente più votate all’export e ciò avviene anche a causa dell’inadeguata politica estera del Governo Renzi, piegata agli interessi americani.”

 “Con questo testo chiediamo alla Giunta di agire a livello diplomatico affinché siano mantenuti buoni rapporti istituzionali e commerciali con le regioni e i diversi territori russi, utilizzando gli strumenti messi a disposizione dall’articolo 117 della Costituzione e sostenendo l’attività delle associazioni di prodotto e dei Consorzi di tutela lombardi per fare in modo che i prodotti regionali vengano esclusi dalle misure di blocco, in virtù – conclude Fabio Rolfi – di un rinnovato senso di amicizia e collaborazione fra il popolo lombardo e quello russo.”

Comments

comments

1 COMMENT

  1. ahahaha Renzie e Mr.facebook Del bono con una mano vanno ad inaugurare la fabbrica a Gussago e con l’altra approvano il piu’ dittatoriale embargo della storia con il consenso dei partitini del sindacato e della sinistra estremista .

LEAVE A REPLY