Gardaland, al via i lavori per le nuove adrenaliniche montagne russe

0
Bsnews whatsapp

E’ al nastro di partenza l’avvio della vera e propria costruzione della nuova attrazione: nel grande cantiere di Gardaland sono arrivati i giganteschi binari e le enormi colonne che daranno quota alle imponenti ed adrenaliniche montagne russe 2015. E con l’arrivo dei componenti strutturali si iniziano a svelare i primi dettagli dell’attrazione: “Le nuove montagne russe regaleranno un’esperienza unica” – dichiara l’ing. Francesco Luna, Senior Project Manager di Merlin Entertainments.  “Inversioni, altezze fino a 42 metri, inclinazioni superiori agli 85 gradi e velocità che sfioreranno i 100 km/h: sono queste soltanto alcune delle caratteristiche della nuova attrazione.”

 

“In questo momento in cantiere si sta lavorando alla predisposizione dell’area sulla quale saranno montate le colonne che reggeranno l’attrazione” – continua Luna.  “Movimenteremo ed imbulloneremo oltre 597.000 chilogrammi di acciaio, quanto 44 Super Jet F35: questo il peso dell’intera struttura! Si tratta di una fase complessa che richiede accuratezza nella manovra e nel montaggio dei componenti che andranno a realizzare i binari, il più pesante dei quali raggiunge i 26.000 chilogrammi! Calcoliamo che serviranno oltre 7.900 bulloni per assemblare l’intera struttura!” – conclude l’ing. Luna.Terminata ormai la fase iniziale di preparazione delle basi e delle fondamenta, l’area è quindi entrata nel vivo dei lavori: si inizia a riconoscere anche il processo di costruzione del tracciato e di tutti gli elementi che lo comporranno. Ciò che cattura lo sguardo è sicuramente il colore bianco, insolita cromia per una montagna russa! L’elemento cromatico, in tutta la sua brillantezza, domina su tutte le componenti strutturali rendendo queste già uniche montagne russe ancor più eccezionali e contribuendo così ad alimentare la curiosità e gli interrogativi di attenti osservatori in merito alla futura tematizzazione. A Gardaland, infatti, è riconosciuta, a pieno titolo, l’importante esperienza nella creazione di aree tematiche: così, anche per l’attrazione 2015, la strada scelta è stata quella di armonizzare l’insieme dei motivi attinenti al nuovo rollercoaster con il tema delle attrazioni che già vivono nell’area. “La creazione di questa nuova ride rientra in un importante progetto partito diversi anni fa. Preceduto da indagini di mercato, focus group, sondaggi sugli Ospiti curati dal nostro team di Marketing e analisi seguite dal nostro settore Ricerca e Sviluppo, sono state esplorate le proposte del mercato a livello di nuove tecnologie e innovativi sistemi di montaggio. Un  lavoro complesso a 360°” – prosegue l’ing. Luna – “un impegno che ha coinvolto non solo Gardaland ma anche Merlin Studios, il settore creativo di Merlin Entertainments con sede a Londra. Da Merlin Studios, infatti, arrivano ideazione e spunti per lo sviluppo dell’intero processo adattato, in seguito, alle esigenze e ai gusti del mercato italiano. L’attrazione è stata pensata in modo da poter essere posizionata in un contesto tematico che si presta particolarmente all’utilizzo di effetti speciali: dal percorso che precede l’accesso all’attrazione per arrivare sino all’imbarco e, quindi, all’esperienza vera e propria sul rollercoaster.”

E’ stato un grande lavoro di team che nella fase di pianificazione e progettazione ha coinvolto uno staff di 47 persone provenienti da 6 diverse nazioni; un processo iterativo realizzato in svariati passaggi e procedure che hanno consentito di arrivare a quella che sarà una vera e propria attrazione sviluppata in modo armonico, basata sull’esperienza emotiva e sensoriale, in grado di arricchire e valorizzare ulteriormente l’offerta del Parco e… di premiare i suoi i temerari Ospiti.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI