Stamina, Girelli (Pd): soddisfazione per documento uscito da indagine, ora si prevengano altri casi simili

0
Bsnews whatsapp

Approvata, ieri, in Consiglio regionale, dopo mesi di lavoro e di audizioni, la relazione conclusiva dell’indagine conoscitiva sul metodo Stamina, che era stata fortemente chiesta e voluta dal Pd e si era svolta da febbraio sino a luglio scorso. Nella relazione sono stati inseriti interventi volti a prevenire in futuro altre situazioni come quella di Brescia, che tanto danno ha arrecato ai pazienti e al sistema sanitario regionale nel suo insieme.

“Quella di oggi è una soddisfazione, anche istituzionale. Per la prima volta questo Consiglio ha utilizzato la potestà regolamentare dell’indagine conoscitiva ed ha approvato un documento comune a larga maggioranza: prima che essere uno strumento d’indagine, la commissione è stato uno strumento di conoscenza: i lavori hanno reso chiaro che quando parliamo di infusioni Stamina non possiamo assolutamente considerarle cure compassionevoli. Ora chiediamo che la commissione ministeriale addivenga al più presto ad una decisione, già questa settimana, per tutelare l’attività degli Spedali civili di Brescia e consegniamo alla Giunta una serie di sollecitazioni, al fine di fare in modo che non si verifichino mai più in ospedali pubblici vicende come questa – ha dichiarato il consigliere regionale Gianantonio Girelli- . Anzitutto chiediamo che i comitati etici possano consultare gruppi di esperti esterni per esigenze di confronto e che sia garantita la piena applicazione dell’ordinamento vigente in tema di conflitti di interesse, anche potenziali, per la dirigenza nelle strutture sanitarie e della Regione”.

 “L’ordine del giorno alla relazione, al quale abbiamo dato voto positivo rappresenta, poi, la sintesi migliore dei lavori dell’indagine conoscitiva, che non erano volti a individuare colpevoli, ma avevano piuttosto lo scopo di fare chiarezza. L’impegno politico di oggi è dunque quello di fare in modo che Regione Lombardia affronti, d’ora in avanti, diversamente storie come queste. E che l’Azienda ospedaliera di Brescia possa valutare il rilievo disciplinare circa le condotte di coloro che hanno indicato false circostanze in ordine alle condizioni di regolarità dei brevetti presentati da Stamina Foundation” ha concluso.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI