I Bresciani amano andare a piedi e vogliono più zone pedonali

0
Bsnews whatsapp

A piedi è meglio. È questo il risultato che emerge dalla ricerca: i bresciani preferiscono muoversi a piedi, non si sa se sia una scelta dettata per dare ossigeno al portafoglio o per coniugare benessere e attività fisica al poco tempo a disposizione durante la giornata, fatto sta che il 25% degli intervistati  afferma di camminare tutti i giorni mediamente dai 6 ai 15 minuti, un’altra grossa fetta – il 37% invece – risponde di usare mediamente dai 15 minuti ad un ora le proprie gambe per spostarsi in città. Infine vi sono i “professionisti” della camminata, ossia coloro che rispondono di camminare ogni giorno per più di un’ora: il 16%.

Ma cosa migliorerebbero nella propria città a favore della loro sicurezza questi eroici pedoni metropolitani? Sicuramente, dall’ultima ricerca dell’Osservatorio Linear dei Servizi, potenziare i mezzi pubblici di trasporto, questo è il parere di un cidneo su tre (34%), a seguire poi l’aumento delle zone pedonali secondo il 57%. Per il 55% si dovrebbero ampliare i marciapiedi già presenti. Un 9% degli intervistati propone anche il potenziamento del servizio di bike sharing a favore di una mobilità sostenibile.

Le buone doti motorie dei pedoni bresciani a volte però si scontrano con delle difficoltà derivate per lo più dai “colleghi” automobilisti, che a quanto pare peccano in alcune azioni al volante… a detta di un intervistato su due (58%) è abitudine pericolosa degli automobilisti il non curarsi delle strisce pedonali, attraversandole anche in presenza dei pedoni. Continuando in questa graduatoria in negativo troviamo che il 33% dei camminatori bresciani lamenta un approccio alla guida pericolosa, mentre un 31% denuncia il “far west” dei parcheggi sui marciapiedi da parte delle autovetture e addirittura un 41% fa notare come spesso anche le strisce pedonali non siano esenti. Anche gli automobilisti a quanto pare hanno qualcosa da far notare ai colleghi pedoni: il 65% automobilisti intervistati “mal sopporta” l’attraversamento improvviso della strada senza nemmeno il curarsi di controllare mentre un altro 45% afferma che è consuetudine dei pedoni non rispettare il semaforo e attraversare col rosso. Un 17% sostiene che siano anche prepotenti.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI