Tagli alle province, il neo Presidente Mottinelli: non ci sono soldi per strade e scuole

14

20 milioni in meno per la neo provincia bresciana. Lo ha deciso la nuova legge di stabilità che si è già messa in moto: sulla  Gazzetta Ufficiale è stata pubblicata la ripartizione dei tagli 2014. «Impensabile – dichiara al Corsera Pier Luigi Mottinelli, neo presidente del nuovo ente – vorrebbe dire azzerare il piano delle opere pubbliche, bloccare la realizzazione di strade e la messa in sicurezza delle scuole. A quel punto non so nemmeno se riusciremmo a fare la manutenzione ordinaria…». «Con la riforma Delrio è stato chiesto alle Province di occuparsi di strade e scuole. Con i tagli previsti, non potremo fare niente» tuona Mottinelli che ieri ha incontrato i suoi dirigenti e chiesto loro un piano di riduzione dei costi. E nemmeno la Regione potrà venire incontro alle province, visto che la Legge di Stabilità prevede un taglio anche ad esse di ben 4 miliardi.

Comments

comments

14 COMMENTS

  1. Soluzione: applicare lo statuto della provincia di Trento a tutta la Lombardia. Che il PD in regione approvi la richiesta di referendum. Ma tanto diranno di no perché devono continuare a mantenere quelli sotto il 41° parallelo!

  2. Evidentemente si è speso troppo in passato, ed è un "ovvioma", ma è altrettanto vero che i margini di riduzione della spesa pubblica ci sono ancora a cominciare dalla galassia delle costose partecipate e controllate pubbliche, molte assolutamente inutili e quasi tutte ad alto tasso di inefficienza. Quindi Mottinelli, politico da sempre e per sempre, deve solo darsi da fare, ovviamente ringraziando il suo leader di partito nonchè Presidente del Consiglio.,

  3. e bravo il nostro, mette subito le mani avanti. si sapeva che la coperta era corta ma ora a forza di tirarla non ce ne più per nessuno. così lasceremo le valli senza risorse e senza prospettive a navigare a vista davanti ad una crisi senza fine

  4. Mi sarei aspettato non il solito canto lamentoso ma uno sforzo di progettualità per vedere cosa si possa fare e non cosa si possa non fare

  5. Politicante che briga per farsi eleggere( a costo zero???questa balla la racconti a qualcuno del PD)e poi se ne esce bellamente con …..Ma vi rendete conto di che schifo di manto stradale abbiamo???sono anni che non vengono asfaltete le strade provinciali. In ogni caso il sig. Renzi , con il suo governo fantoccio sta portando l’italia nel baratro….Au revoir monsieur Mottinelli!
    Ps sareste così gentile di comunicare ai cittadini quanto prende di rimborso???Oppure siete così "servitore dello stato" di lavorare gratis???

  6. Scusate…ma le province non ci sono più……….Provo a ripeterlo le province non ci sono più….ce lo hanno detto tutti i giornali e tutte le televisioni..poffarb acco!!!

  7. Mottinelli domani mattina vai a lavorare come operaio se lo trovi un lavoro poi potrai incominciare a capire cosa e veramente il sacrificio parassiti della società

  8. Non ci sono soldi per asfaltare le strade e per fare la manutenzione ordinaria…..Perchè il motivo non lo chiede all’ex-Assessore dei Lavori Pubblici Vivaldini che fa parte della sua lista del grande inciucio?

  9. Le dichiarazioni di Mottinelli sonno incredibili. Anni di sprechi in sottopassi inutili (andate a vedere quello della Raffa di Puegnago), progettazioni assurde firmate dai vertici tecnici della provincia, altri sprechi di ogni genere, e viene a dirci che che non ha soldi per le strade? Non è un problema, può sempre dimettersi e cercarsi un altro lavoro.

  10. Se è vero che si debba risalire soprattutto alla presidenza Cavalli e all’assessorato Parolini per individuare sprechi, diverse opere pubbliche non proprio urgenti ovvero necessarie, lo scarso presidio dell’ambiente con cave e discariche a tutto spiano, nonchè la dissennata scelta di ricorrere a rischiosissimi strumenti finanziari come i derivati IRS (160 milioni di euro), non si capisce perchè stringere un patto politico inciucista proprio con coloro (Forzaitalioti su tutti) che si è combattutti per quindici anni dai banchi dell’opposizione per poi lamentarsi della realtà. O magari si capsice perchè…

  11. Ma non si vergognano questi partiti che annunciano prima la scomparsa delle province, che si accordano poi per governarle senza voti popolari, che si lamentano infine dopo che loro stessi hanno tagliato i fondi….è una presa per i fond….elli totale…..ma d’ altronde li votano sempre …chiedetevi perchè siamo allo sbando ( solo la parte povera del paese però…mentre le oligarchie spadroneggiano ingrassando).

LEAVE A REPLY