Metalleghe Sanitars, con le campionesse d’Italia finisce 0-3

0

Stagione al via per Metalleghe Sanitars, matricola emozionata per la sua prima volta in A1, ma per nulla dimessa nei confronti delle avversarie, anche quando sono del calibro di Nordmeccanica Rebecchi Piacenza, detentrice dello scudetto e fresca vincitrice della Supercoppa Italiana, suo sesto titolo consecutivo.

La prima gara del campionato ha visto le padrone di casa vincere 3-0 e condurre sempre l’incontro, ma le atlete di Barbieri hanno avuto alcune buone reazioni nel secondo set e hanno provato a stare attaccate al match, pagando forse il minore ordine in campo e senza nulla togliere all’attacco di Chiappini.

A dettare i ritmi di gioco in campo emiliano, l’intesa di Dirickx con tutte le sue attaccanti: le botte vincenti di Piacenza saranno 39 a fine match, di cui 29 di Van Hecke e Di Iulio.

La partita al Palabanca, seguita in diretta da Rai sport 1, ha visto schierate per Montichiari: Dalia opposta a Tomsia, Gioli e Olivotto al centro, Vindevoghel e Brinker in banda e Ghilardi libero. Di là dalla rete, Chiappini ha messo in campo la palleggiatrice Dirickx e l’opposto Van Hecke, Vargas Valdez e Borgogno al centro, Sorokaite e Di Iulio in banda, con Carocci libero.

Il match parte subito in salita per Montichiari che soffre gli attacchi potenti e precisi di Di Iulio, di Van Hecke e Sorokaite. Primo set che si chiude 25-13, con 7 errori per le ragazze di Barbieri.

In avvio del secondo parziale, la squadra fatica a entrare nel match: sotto 5-0, Montichiari aggiusta il tiro, comincia a murare e recupera fino al sorpasso 12-10. Le emiliane riprendono quota, grazie al gioco veloce che Dirickx riesce di nuovo a impostare: 16-20 avanti Piacenza. Qualche errore in attacco costa caro a Dalia e compagne: finale 25-17, nonostante l’inserimento di Saccomani.

Il terzo set si apre con un’azione lunga e spettacolare e con Ghilardi che non vuole far cadere nemmeno un pallone. Le ragazze di Chiappini sono sempre concentrate e non sottovalutano mai le avversarie, nonostante siano in vantaggio. Montichiari ci prova e sta attaccata al set fino al 10-15. Piacenza incrementa il vantaggio: 21-12 e dentro Alberti per Olivotto. L’attacco di Piacenza è implacabile e le emiliane chiudono 25-14, grazie ad un errore in battuta di Montichiari.

Il pubblico di Montichiari, presente all’esordio delle proprie atlete, ha sostenuto con entusiasmo Dalia e compagne, ma oggi era davvero dura iniziare col botto.

A fine gara, coach Barbieri ammette: “L’avversaria era di livello e lo sapevamo, ma quando ti trovi sempre a rincorrere, la partita diventa psicologicamente più complicata. Abbiamo fatto qualche errore di troppo in attacco – 15 in tre set, contro i loro 3: abbiamo pagato la troppa frenesia nel tentativo di mettere subito giù palla. Tatticamente, abbiamo marcato stretta la Dirickx sulle palle al centro e lei è stata brava a spingere la palla in 2 e in 4. Nessun dramma, comunque, ma la consapevolezza che abbiamo determinati aspetti su cui lavorare ancora”.

Una battuta anche per il capitano, Ludovica Dalia: “Un esordio già sulla carta non facile, ma questa non deve essere una motivazione per tirarsi indietro. Provarci su ogni palla deve essere la nostra linea guida in questo campionato. Oggi tanti fattori hanno condizionato la gara, dalla ricezione non perfetta, agli attacchi laterali meno efficaci, ma forse abbiamo pagato soprattutto il disordine in campo. Per la prossima gara, avremo il fattore campo dalla nostra e sono sicura che recupereremo anche maggiore organizzazione”.

 

METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI 0 – NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA 3

(13-25, 17-25, 14-25)

METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI: Dalia 2, Brinker 9, Tomsia 9, Ghilardi (L), Alberti 1, Mingardi, Saccomani, Olivotto 5, Zampedri, Vindevoghel 5, Gioli 6. Ne: Serena, Milani. All. Barbieri.

NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA: Sorokaite 7 , Valeriano , Dirickx 3 , Vargas Valdez 6, Van Hecke 18, Carocci (L), Di Iulio 11, Borgogno 3, Caracuta. Ne: Leggeri, Poggi, Angeloni, Wilson e Brussa All. Chiappini.

ARBITRI: Gianluca Cappello e Fabio Gini.

Note: Durata set: 21′, 25′, 22′.

Montichiari: punti 37, battute sbagliate 8, battute vincenti 1, muri 5, errori 27.

Piacenza: punti 48, battute sbagliate 5, battute vincenti 3, muri 6, errori 7.

Comments

comments

LEAVE A REPLY