Picchia il titolare del supermercato e ruba vestiti e cibo: in manette 39enne rumena

0
Bsnews whatsapp

E’ entrata nel supermercato  con l’intento di rubare ma prima ha seminato panico al Lidl di darfo. Lei è una 39enne rumena: la donna è entrata nel negozio, ha picchiato ripetutamente il responsabile e minacciato di ritorsioni da parte dei suoi connazionali. Poi ha rubato generi alimentari e vestiti ed è fuggita a bordo di un motorino. Come riporta il Giornale di Brescia la 39enne è stata presa dai militari di Artogne. Processata per direttissima stamane, l’Autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto e disposto la remissione in libertà. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. …. ha minacciato ritorsioni da parte di suoi connazionali ….. e se cominciassimo noi , tutti , ha ritorcerci contro queste bestie?? Naturalmente è stata rimessa in libertà

  2. Tanto valeva non arrestarla: almeno non si prendevano in giro né il derubato/percosso/mi nacciato, né i carabinieri.
    Mi si dirà che i giudici competenti hanno applicato la legge…..magari l’hanno interpretata…e a senso unico. Che razza di punizione è? Che esempio sociale è stato dato? Ridicolmente buonisti.

  3. E’ incredibile il PROCESSO PER DIRETTISSIMA, il lavoro fatto da magistrati e carabinieri per niente …… Questa donna e tutti i suoi amici DOMANI FARANNO LA STESSA COSA !!! Nei loro paesi non funzionerebbe così !!! Che schifo e che presa in giro verso i militari che lavorano …..

  4. Processata per direttissima! Che efficienza la giustizia! Dopo l'arresto rimessa in libertà: non stupiamoci dunque se i delinquenti di mezza europa scelgono l'Italia come meta ideale x delinquere. Qui c'è la repubblica delle banane. Mia nonna, già 20 anni fa, quindi un epoche non sospette, rimpiangeva i tempi di Mussolini

  5. Non temete chi vi promette noie e arrivo degli amici mentre delinque…anzi…se vi fa' un torto Fatevi vedere impavidi ed agite…e sopratutto DENUNCIATE!!! Gli amici non verranno mai.

  6. siamo in balia del nulla, siamo costretti ad assistere a tutto questo…… e il malumore della gente per bene sale , sale …mi chiedo dove arriveremo ? Italia senza nè capo nè coda, obbligata gioco forza a mantenere una marea di soggetti che non sono lavoratori , che non sono integrati , che vogliono vivere nelle periferie e vivere borderline ! Non lo possiamo più accettare , si lamentano nei palazzi del disordine sociale oggi ben visibile quasi in ogni città , ma è solamente colpa loro di questi inermi inutili costosissimi politicanti dallo slogan ad effetto se questa italia è oggi un disordine totale ! dove la legge non è applicata per la troppa libertà di interpretazione da parte degli addetti ( tanto non hanno alcuna responsabilità quì , in contrasto con quanto invece applicato nel resto della ue ) ! ) , dove è consentito a coloro che vi delinquono spesso ripetutamente per lo stesso reato, di rimanervi e di continuare a delinquere impunemente , dove non esiste certezza di pena……vi è il caos e il disordine . Molto spesso sento paragoni inappropriati circa la parola migranti , anche i nostri nonni lo erano….., ma quì non si stratta di non voler accogliere chi vuole lavorare , chi vuole produrre , chi vuole un benessere sociale , quì si parla di dover gioco forza assistere quotidianamente allo scempio prodotto da clandestini sul nostro territorio, nullafacenti , balordi di ogni razza e colore , che scelgono appositamente l’italia di oggi per poter liberamente e impunemente vivere allo sbando perchè è più conveniente e più facile che avere obblighi e doveri , come tutti , non solo diritti .
    in italia di clandestini nullfacenti ve ne sono più di un milione , un esercito di sbandati che vive nelle nostre città a sbafo , ingrossando magari le fila alla caritas per il panino , magari poi la notte se non di giorno a fare a coltellate èer questo o quel motivo …e il giorno dopo è uguale, fila alla caritas e poi a delinquere …impunemente e sotto gli occhi di tutti !
    questo è il problema irrisolvibile che ha reso l’italia dei giorni nostri , la patria di tutti , la mensa di tutti , il dormitorio di tutti , tranne che degli italiani e di coloro che vi vivono serenamente , gialli , neri , bianchi , rossi ….
    è un italia che non vogliamo più, è un italia agonizzante questa e noi purtroppo con essa se cambia qualcosa e presto .

RISPONDI