Cittadinanza ai figli degli immigrati, Rinaldi (Lega): proposta inutile della sinistra

0
Bsnews whatsapp

“La proposta del capogruppo Albini – commenta il segretario cittadino della Lega Nord, Matteo Rinaldi – di elargire la cittadinanza onoraria ai figli di stranieri, rappresenta solo l’ennesima provocazione di una sinistra che se ne frega altamente dei bresciani. Saranno felici i cittadini di sapere che mentre la criminalità aumenta e i furti nelle case crescono a dismisura, mentre la stazione diventa sempre più insicura e mentre diviene prassi pestare un controllore dell’autobus solo perché fa il suo lavoro, i membri della maggioranza che amministra la città si ingegnano per inventarsi nuovi modi per coccolare gli immigrati, probabilmente nella speranza che presto il Governo nazionale gli conceda il diritto di voto. L’esponente della sinistra prenda e vada in via Milano a chiedere ai bresciani rimasti in quelle zone se sono d’accordo o meno con la sua iniziativa o se preferirebbero che il Comune di occupasse di sicurezza e di decoro urbano. Ancora una volta – chiosa Matteo Rinaldi – la sinistra dimostra che il suo interesse per gli immigrati è direttamente proporzionale al menefreghismo verso i cittadini di Brescia.”

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. La regola principale è: una testa, un voro. Col suo sistema voti plurimi. Infatti il direttore italo-tedesco (indovini da quale tacco viene) di Die Zeit ha votato il 25/05 due volte.

    In realtà la legge tedesca sulle elezioni europee afferma molto chiaramente che i cittadini UE in possesso di doppia cittadinanza «possono esercitare il loro diritto di voto una sola volta». Farlo due volte significa commettere una frode punibile, in base al paragrafo 107 del codice penale, con una condanna fino a cinque anni di carcere.
    Li sono seri……..qui ridicoli.

  2. Mio cugino é italiano, perché figlio di padre italiano, svizzero perché nato in Svizzera da madre svizzera, americano (usa) dove vive da 20 anni. Ha tre passaporti e vota sia in Italia, sia in Svizzera che in USA. Per gli italiani all’estero é così. Solo noi in Italia siamo provinciali e montagnini.

RISPONDI